Rotatoria Motta San Giovanni (RC) pericolo costante per la pubblica e privata incolumità

Riceviamo e Pubblichiamo

L’ennesimo incidente stradale, senza feriti, si è verificato intorno alle ore 23,00 dello scorso 20 maggio. Anche questa volta il veicolo coinvolto è una fiat 500 con due persone a bordo che marciava da Melito verso Reggio. L’autovettura in uscita dalla rotatoria ha invaso il marciapiede rasentando il cancello d’accesso pedonale all’abitazione e il passo carrabile di una attività commerciale. Dopo aver urtato uno strano segnale di obbligo direzionale, si è fermata di traverso dopo il passo carrabile, fortunatamente sembrerebbe senza danni alle persone.  L’incidente è avvenuto nello stesso punto ove si è registrato quello in data 4 aprile 2016 e alle ore 22 del 23 novembre 2015 quando una Ford Fiesta proveniente da Melito PS ha sbattuto contro il pilastro del muro di accesso alle abitazioni e all’attività commerciale e contro un’ asta metallica. Dieci minuti prima dell’impatto una signora, familiare di uno dei titolari della succitata ditta, si era recata sul posto per depositare il mastello dei rifiuti, che è stato distrutto durante l’impatto.  Per fortuna in tutti questi casi sul marciapiede non vi erano persone e nessuno entrava o usciva dalle abitazioni.  Con tutto il rispetto che abbiamo sempre avuto e continuiamo ad avere verso le Istituzioni e verso i Suoi funzionari, dobbiamo dire che non ci si rende conto della gravità della situazione. Come suggerito in altre segnalazioni basta recarsi sul posto per constatare che le persone che entrano o escono dalla succitata abitazione e attività commerciale e i pedoni rischiano di essere travolte dai veicoli in transito. Si chiede per l’ennesima volta la messa in sicurezza della rotatoria e nel frattempo un immediato intervento a tutela della circolazione stradale e dell’incolumità pubblica e privata, per oggi e non per domani, quando saremo costretti a registrare l’ennesima tragedia. Si rinnova la richiesta di mettere in sicurezza i marciapiedi in quanto la larghezza minima per i marciapiedi realizzati risulta inficiata dalla presenza dei sostegni della pubblica illuminazione e dalla segnaletica verticale. Si registra la presenza di cartelloni pubblicitari che distraggono l’attenzione degli automobilisti. Il problema è serio. Resta da dire che con la segnalazione del 5 aprile 2016 questa associazione sottoponeva alla valutazione dei funzionari dell’ANAS alcune criticità presenti nella rotatoria che secondo noi determinano grave pregiudizio per la circolazione stradale e per l’incolumità pubblica e privata. L’ANAS con nota del 19/5/2016 ci riferiva che sarebbero stati presi in considerazione i nostri suggerimenti e si riservava di effettuare le necessarie valutazioni tecniche del caso sulla fattibilità di ulteriori interventi, nonché le verifiche sullo stato dei luoghi e sulla natura degli accessi ivi presenti. Stante il notevole decorso temporale nulla di concreto è stato fatto, tantomeno abbiamo avuto riscontri. Sulla problematica sono stati nuovamente interessati le istituzioni competenti.

C.S. Vincenzo CREAReferente unico dell’A.N.CA.DI.C Onlusie Responsabile del Comitato spontaneo “Torrente Oliveto”

Recommended For You

About the Author: PrM 1