Pasquale Faucitano, direttore artistico della Compagnia Stabile della Musica

La Fondazione Febea “madre” della Compagnia Stabile della Musica presenta giorno 25 maggio 2017 al Teatro Cilea di Reggio Calabria la rappresentazione musicale “chiaroscuro” : Tableaux Vivants dall’opera di Michelangelo Merisi da Caravaggio. Abbiamo sentito al riguardo Pasquale Faucitano che ne è il direttore artistico. Il Maestro ha spiegato come si svolgerà la l’evento musicale durante il quale le musiche di Pergolesi, Corelli, Vivaldi, Mozart e Haendel saranno affiancate dalle descrizioni dei quadri di Caravaggio, in una mescolanza artistica dove l’immagine incarna la musica, il suono muove il gesto che crea l’immagine. La performance sui Tableaux Vivants “chiaroscuro” affonda le radici in un’esperienza laboratoriale di svariati anni che pone al centro il corpo dell’attore arrivare alla costruzione del quadro non è il fine; ciò che viene ricercata è una modalità di lavoro in cui il corpo è semplice strumento un mezzo alla pari di una stoffa o di un cesto. Il singolo attore in scena compie azioni sonore, azioni inserite in una partitura musicale in cui ogni gesto è in funzione di una meccanica, di un ingranaggio in cui ciò che viene eseguito è strettamente necessario. Nulla è lasciato al caso così come nulla è superfluo. Le musiche saranno interpretate dall’Orchestra Cilea (complesso formatosi nel 2003 e composto in massima parte da musicisti reggini e da unità provenienti dal restante territorio calabrese che dalla riapertura del teatro ha partecipato a tutte le stagioni lirico sinfoniche in cartellone al Francesco Cilea). La compagnia Teatri35 si occupa della messa in scena. La musica di chiaro scuro è centrale: e il nostro testo, la guida che ci indica cosa fare in ogni preciso momento della rappresentazione.

PASQUALE FAUCITANO, dopo aver iniziato gli studi del violino con il nonno, il M° G. Nastasi, si è diplomato brillantemente presso il Conservatorio “Cilea” di Reggio Cal. sotto la guida del M° G.Fontanella. Si è perfezionato nello strumento con i maestri Stefano Pagliani e Felice Cusano; e in musica da camera con il Quartetto Fonè e il Trio Voces Intimae.Ha collaborato, come prima parte, con numerose orchestre nazionali ed estere quali: Orch. del Teatro Regio di Parma, Orch. Internazionale d’Italia, del Teatro Massimo di Palermo, Orch. Orch. del Teatro “V. Bellini” di Catania, Orch. del Teatro “Carlo Felice” di Genova, Orquesta Sinfonica de Tenerife (Spagna), in qualità di Ayuda Solista ed ha avuto l’opportunità di esibirsi sotto la direzione di direttori e con solisti di fama mondiale quali: Riccardo Muti, Daniel Oren, M.W. Chung, Lopez Cobos, Nicola Luisotti, Uto Ughi, Vittoria Mullova, Sergey Krilov, Mischa Maisky, Luis Bacalov, Pavarotti, Leo Nucci, Carreras, Bocelli, ecc.. E’stato I° violino di spalla dell’Orch. “Philharmonia Mediterranea” di Cosenza, dell’Orch. della Provincia di Catanzaro, dell’Orch. del Teatro “Vittorio Emanuele” di Messina e dal 2006 ricopre il ruolo di Primo violino di Spalla e solista dell’Orchestra del Teatro Comunale “F. Cilea” di Reggio Calabria, Orchestra della quale ne è anche fondatore e Presidente. Svolge intensa attività cameristica in Duo con arpa e in Trio con il pianoforte e con l’Ensemble Strumentale Nuova Opera da lui fondato. Nel corso della sua carriera si è esibito spesso all’estero (Vienna, Nicosia, Toronto, Montreal, Lione, Salamanca, Kualalumpur, Tunisi, ecc.). Nel maggio 2008 è stato insignito del Premio “Mediterraneo” indetto dall’omonima Associazione di Genova per premiare i Calabresi distintisi presso il Teatro Carlo Felice di Genova. Nel 2012 è stato chiamato dal M° Daniel Oren a ricoprire il ruolo di Spalla dei primi violini presso il Teatro Verdi di Salerno e nel 2014 è chiamato a collaborare come Primo violino di Spalla dalla FOSS (Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana) e dall’Orchestra del Teatro Vittorio Emanuele di Messina. Nel 2015 è stato invitato al Festival Internazionale della Valle D’Itria di Martina Franca (Ta)come I°Violino solista alla rappresentazione in Prima assoluta dell’opera Le Braci di Marco Tutino, trasmessa in diretta dalla RAI Radio1. E’ docente di Violino presso la SMIM di Reggio Calabria e presso l’Ist. di Alta Formazione Musicale di Nocera Terinese (cs). Suona su un violino Vincenzo Sannino del 1930.

fmp

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano