Reggio Calabria si riconferma “maglia nera” come pressione fiscale sulle piccole imprese

Reggio Calabria 09:15 – Brutte notizie, o meglio pessime conferme, per le piccole imprese reggine. Come rilancia un a velina Ansa.it la città metropolitana di Reggio Calabria “si é confermato il capoluogo di provincia che maggiormente tartassa le piccole imprese”, con un “Total tax rate”, e cioé il peso complessivamente esercitato dal fisco, del 73,2% e il “Tax free day”, il giorno della liberazione dalle tasse, rimandato al 24 settembre. I dati sono stati rilevati dal Cna nel Rapporto “Comune che vai, fisco che trovi”, in cui si analizza la tassazione sulle piccole aziende in 135 città dove, l’anno passato, sarebbero risultate “immutate anche le posizioni alle spalle della maglia nera”, anche se la pressione è lievemente scesa. Subito dopo Reggio Calabria viene Bologna, con il 71,9%, e terza Roma, col 69,1%. Agli antipodi, dove cioé il fisco è più leggero, é Trento, col 53,9%, seguita da Gorizia (54,4%) e da Cuneo, Imola e Belluno (54,5%).

Recommended For You

About the Author: Carlo Viscardi