MNS (RC), si continua con la solita politica da parata

Il Consiglio Comunale odierno altro non è stato che una inutile pantomima mediatica. Aver dato ai cittadini la parola “minutata” ha significato illuderli di sentirsi parte di una azione politica volta a salvare l’Aeroporto dello Stretto che in verità non esiste e che non rientra tra le volontà di questo consiglio comunale e men che meno tra quelle dell’Esecutivo. Abbiamo appreso dall’Assessore Marino tutto il disappunto degli ultimi tempi che la Giunta Comunale nutre verso un governo centrale a traino PD, per le scellerate decisioni che sinora sono state asunte nei confronti di Reggio. Siamo lieti che finalmente anche loro si rendono conto che l’azione del loro partito verso la nostra città è stata in questi anni più che pregiudizievole. Purtroppo lo fanno con grave ritardo e vogliamo auspicare non per mero spirito di rivalsa verso un governo che nelle ultime settimane ha cambiato fattezze. A differenza loro noi ci siamo accorti e lo gridiamo da anni che il governo centrale e quello regionale stanno gravemente affossando la nostra città con la complicità dei compagni amministratori locali e adesso che se ne sono accorti anche loro e che si dichiarano pronti a dare battaglia a salvaguardia dell’aeroporto che lo facciano davvero e non si limitino ad approvazioni inutili e stereotipati prevedibili atti che sanno di rinuncia in partenza a combattere per il territorio. Reggio non è marginale (come inopinatamente sostiene il recente Piano Nazionale degli Aeroporti) rispetto a nessuno. Noi crediamo che Reggio debba tornare a giocare un ruolo primario sul palcoscenico nazionale, che possa riappropriarsi del suo ruolo di centro del Mediterraneo, affrancandosi da logiche regionalistiche per rendersi autonoma come le consente il titolo di Città Metropolitana in ottica di conurbazione con Messina. Se lo faranno con una azione politica e con atti concreti e non attraverso patetiche enunciazioni stiano pur certi che noi saremo al loro fianco. Noi non faremo “sgambetti” di sorta, fissando manifestazioni due giorni prima delle loro, perché noi teniamo davvero alle sorti della città e la mettiamo sempre prima di interessi personali e di carriera politica o di partito. Viceversa, ci tiriamo fuori da manfrine d’assemblea e sceniche rappresentazioni, perchè non vogliamo essere e non saremo mai complici di chi ha condotto la città nel baratro.

Il Commissario Provinciale Ernesto Siclari  –    Il Commissario Città di Reggio Calabria Franco Germanò

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano