Lamezia Terme (Cz): cane ucciso ed appeso ad una ringhiera

“Le immagini parlano da sole, questa è la citta in cui viviamo, questo è il rispetto che abbiamo per gli esseri viventi. Il randagismo ormai è una “piaga” diffusa sul territorio calabrese e a pagare nella maggior parte dei casi non è l’uomo ma l’animale. Ho allertato appena saputo le forze dell’ordine, che sono prontamente intervenute per i rilievi. Ringrazio quindi le Guardie Ecozoofile e il Vice Comandante Giuseppe Angelini per aver allertato subito la sua squadra. Purtroppo senza prevenzione e controllo queste ed altre situazioni si presenteranno di nuovo quanto prima. L’amministrazione comunale dov’è?” . Con questo post Clara Solla, Presidente della Consulta degli Animali, ha espresso tutto il suo sdegno per un’azione vile oltre ad aver reso pubblica la crudeltà inaudita con la quale è stato brutalmente ucciso il cane, come si vede dalla foto pubblicata da lei stessa sul suo profilo Facebook. Pare che siano molti i cani che abitano quel particolare quartiere di Lamezia Terme e che all’argomento si sia anche interessata tempo fa Striscia la Notizia. C’è da chiedersi cosa si vuole dimostrare impiccando un cane…. In Calabria non è l’unico caso di efferata violenza contro gli animali che si è registrata nell’ultimo periodo.

 

FmP

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano