Messina, Cuzzola: "Nella nostra agenda al primo posto c’è l’obiettivo delle “assunzioni” - Ilmetropolitano.it

Messina, Cuzzola: “Nella nostra agenda al primo posto c’è l’obiettivo delle “assunzioni”

La delega, ai servizi finanziari, comporta, come abbiamo già detto, la funzione di indirizzo politico su tutti i dipartimenti che rientrano nella detta area, quindi Patrimonio, del quale abbiamo parlato,  Personale, Tributi, Provveditorato ed Economato. Dopo avere illustrato la mia “Agenda” per il Dipartimento Patrimonio, oggi passo ad illustrare quella per il Dipartimento Risorse Umane (o meglio “Personale” come più comunemente chiamato), che è diretto dalla dottoressa Loredana Carrara, che è anche il dirigente del Gabinetto del Sindaco, proprio a rappresentare quanto il settore Risorse Umane sia uno degli obiettivi primari della Amministrazione, nel suo complesso. E’ un Dipartimento complesso, che spazia dal trattamento giuridico a quello economico del personale, con risvolti contrattuali, fiscali e previdenziali e che quindi richiede la presenza di specializzazioni estreme, che ho riscontrato nei vari funzionari. Nella nostra Agenda quindi al primo posto c’è l’obiettivo delle “assunzioni”, cioè il completamento delle procedure, per la verità già messe in campo, anche se siamo in attesa del parere che dovrà rilasciare l’apposita Commissione presso il Mininterno. Sono previsti complessivamente 40 posti, dei quali 29 quali vere assunzioni, in quanto “accesso dall’esterno”, oltre a tre posti per Dirigente, dei quali uno a tempo determinato. E’ prevista poi la stabilizzazione per alcuni Vigili e la prosecuzione del rapporto a tempo determinato per altri. Per avere il parere necessario dobbiamo trasmettere anche il rendiconto  che spero venga approvato entro la prossima settimana dal Consiglio Comunale, unitamente all’Assestamento. Ma non può mancare la questione “Dirigenza”, dopo i risvolti, anche sindacali, che hanno prodotto le valutazioni della stessa che per il 2014 ha prodotto l’Oiv. Come noto queste valutazioni sono complessivamente negative, i Dirigenti, che mi hanno coinvolto nella qualità di assessore al Personale, ne evidenziano la “de contestualizzazione” sia riferita all’epoca, perché sarebbero stati valutati gli obiettivi del 2014 secondo criteri stabiliti solo successivamente , sia riferita ad oggi, perché gli obiettivi che l’Amministrazione concorda vengono perseguiti, sia pure con le difficoltà finanziarie e di organico a tutti note. Per la verità, pur non potendo testimoniare per il passato, devo ammettere che all’attualità, trovandomi a fornire indirizzi ai Dirigenti di cinque diversi Dipartimenti, che rientrano nell’area finanziaria, mi trovo a condividere obiettivi, che, spesso non raggiungiamo, ma ce la mettiamo tutta, in un rapporto di reciproca e leale collaborazione. Certo poi i parametri di valutazione degli Oiv sono impietosi ed obiettivi, e forse è anche giusto che siano così, ma non possono essere il metro della valutazione complessiva della attività svolta, per la quale dovrà pronunciarsi l’Amministrazione, che non si sottrarrà a questo compito. Ovviamente in Agenda ho anche tante ed ulteriori problematiche, quali ad esempio la costituzione dei fondi e la contrattazione integrativa, quali la nomina delle PO, che completerebbe il percorso verso la “managerialità”, che sommato alla “de-materializzazione” degli atti, gia avviata, farebbe del comune di Messina una organizzazione avanzata e moderna, quale la città merita. Ma non può mancare, “ultima ma non ultima”, la necessità di rendere giustizia a quei Dipendenti che in possesso di una sentenza a favore, che gli riconosce “retribuzioni” a titolo di tfr, equo indennizzo e/o differenze contrattuali, ne attendono il pagamento in quanto “debiti fuori bilancio” inseriti nel piano di riequilibrio. Per questa problematica stiamo varando atto di indirizzo al Dirigente, affinché, ovviamente tendendo conto della natura “retributiva” dei crediti vantati dai Dipendenti, proponga delle transazioni che ci permettano di attingere al fondo di circa 14milioni, per rapidamente proporne al Consiglio Comune il riconoscimento e poi poterli pagare.

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano