Champions League: Higuain illude la Juve, col Tottenham è 2-2. Poker City  - Ilmetropolitano.it

Champions League: Higuain illude la Juve, col Tottenham è 2-2. Poker City 

Champion League

Lo spettacolo della Champions League torna di scena ed ecco subito le prime emozioni. Il palinsesto degli ottavi di finale si apre con due gare in programma: a Torino il big match tra Juventus e Tottenham, mentre a Basilea è sfida col Manchester City.

Juventus – Tottenham 2-2 (2′ e 9’Higuain,35′ Kane e 72′ Eriksen)

All’ “Allianz Stadium” di Torino la gara col Tottenham è da cartello. Gli inglesi trascinati dal talento dell’inglese Kane e reduci da dodici risultati utili consecutivi tra Premier League e Coppa Nazionale fanno visita alla Vecchia Signora in formato “eleven” (11 vittorie consecutive). Per la gara di andata degli ottavi di finale Massimiliano Allegri schiera il classico 4-3-3, uniche variazioni rispetto all’ultima di campionato contro la Fiorentina, sono Mattia De Sciglio e Douglas Costa. Nel caldissimo clima dell’ “Allianz Stadium” arbitra il tedesco Felix Brych. Palla a metà campo e si parte! Bianconeri subito pericolosi e decisivi: al 2′ punizione per Pjianic, il bosniaco mette in mezzo ed ecco che Gonzalo Higuain controlla e con un colpo in diagonale trafigge l’estremo difensore avversario (1-0). Il vantaggio acquisito non ferma la partenza razzo della Juventus, al 8′ Davies commette fallo in area di rigore, per il direttore di gara è ammonizione e penalty. Dagli undici metri si presenta Higuain, conclusione sul palo destro e raddoppio bianconero (2-0). Gli inglesi, malgrado il doppio svantaggio subito in poco meno di dieci minuti di gioco, non si demoralizzano e tra l’ 11′ e il 21′ ecco due pericolosi corner, la difesa juventina si difende e spazza via. Al 26′ ghiotta occasione per Kane che svetta di testa, Buffon blocca. La partita si accende, la Juve risponde alla mezz’ora con il solito Higuain che manda di poco a lato. Cinque minuti più tardi è il Tottenham a raccogliere i frutti di una buona azione offensiva: Alli per Kane e palla nel sacco: 2-1 al 35′. La Juventus si rivede nel finale della prima frazione, Aurier interviene fallosamente negli ultimi sedici metri, secondo penalty per i bianconeri e per Higuain, ma questa volta l’argentino fallisce mandando la palla sulla traversa; 2-1 all’intervallo. Al rientro in campo è la formazione bianconera ad avere la prima occasione,  al 58′ il giovane Bernardeschi calcia con potenza da distanza ravvicinata, Lloris devia in angolo. Sul corner seguente Manduzkic svetta di testa, ma è ancora parata del portiere avversario. Il Tottenham si rivede al 70′ con una conclusione di Kane, Buffon interviene. Gli inglesi sfruttano il momento e al 71′ ecco il gol del pareggio: Chiellini commette fallo, punizione per gli Spurs. Eriksen si incarica della battuta, la sfera passa sotto la barriera prima di insaccarsi alle spalle di Gigi Buffon (2-2). Il doppio vantaggio siglato nei primissimi minuti di gioco illude la Juventus, i tentativi finali non porteranno gli effetti sperati, termina 2 a 2.

Basilea – Manchester City (14′  e 53′ Guendogan, 18′ Silva, 23′ Aguero)

Al “St. Jakob Park” di Basilea, il Manchester City intona una perfetta sinfonia a ritmo di poker, ipotecando il passaggio ai quarti. Match in discesa già al 45′ grazie alle tre reti siglate da Guendogan (al 13′), da Silva (al 18′) e da Aguero (al 23′). Nella ripresa gli uomini di Guardiola servono conto e dessert al Basilea ed a servirlo ci pensa ancora il centrocampista Guendogan.

A.P.

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano