Iniziate oggi le consultazioni al Quirinale per il nuovo esecutivo

Roma 10:10 – Terminato il conto alla rovescia per le consultazioni al Quirinale. Il Capo dello Stato, Mattarella, oggi comincerà i primi incontri per dare il via alla creazione del nuovo esecutivo. I primi ad essere ricevuti dal Presidente della Repubblica saranno i presidenti di Senato e Camera, Alberti Casellati e Fico, seguiti dall’unico presidente emerito ancora in vita, Giorgio Napolitano. Nel pomeriggio inizieranno gli incontri con i gruppi parlamentari. I partiti maggiori andranno dal capo dello Stato, Sergio Mattarella, giovedì. Il primo giro di consultazioni dovrebbe durare massimo 48 ore. L’ipotesi che questo primo giro, soprattutto dopo lo scontro tra Luigi Di Maio e Matteo Salvini, porti a una soluzione appare lontano. Lontanissimo, anzi,  ma il messaggio che il Colle vuole inviare è che la volontà del presidente è quella di porre già dal primo incontro l’urgenza che si dia un esecutivo all’Italia. Le prime indiscrezioni arrivano dal M5S con un Di Maio che vuole aprire le porte a Lega o Pd escludendo a priori Forza Italia. Lo ha anticipato lo stesso capo politico M5s, registrando il programma Di Martedi’ su La7. Di Maio conferma dunque l’aut aut a Berlusconi, aspetto, questo, sul quale anche Matteo Salvini non intende fare un passo indietro. Immediata la replica del candidato premier del centrodestra. “A differenza dei 5Stelle, la Lega esclude qualsiasi alleanza di governo col Pd bocciato dagli italiani. La coalizione che ha preso più voti è quella di centrodestra e da questa si riparte, dialogando anche con i 5Stelle ma senza subire veti o imposizioni”, scrive su Facebook il leader della Lega Matteo Salvini. A difesa di Forza Italia arriva Tajani che da Radio Anch’io ha escluso un governo senza il suo partito, che è visto in Europa – dice – come garanzia di stabilità. A Di Maio risponde picche pure il Pd per voce del capogruppo a palazzo Madama, Andrea Marcucci : “Il Pd, coerentemente con le decisioni assunte in direzione, dirà al presidente Mattarella che non siamo disponibili ad alcun governo che abbia Di Maio o Salvini come premier. La proposta del leader 5 stelle è ovviamente irricevibile” (RaiNews). Una bella “gatta da pelare” per il Presidente Mattarella, il quale dovrà per forza trovare una soluzione.

Recommended For You

About the Author: Carlo Viscardi