Champions League: Liverpool seconda finalista di Kiev! il 4 a 2 per la Roma non basta!

La seconda finalista della Champions League 2017-18 è il Liverpool! Gli inglesi raggiungono così il Real Madrid nella finalissima di Kiev. I Reds, nonostante la sconfitta di questa sera allo Stadio Olimpico contro la Roma per 4 a 2, accedono all’atto conclusivo della competizione. Grande rammarico per i giallorossi di mister Di Francesco. Non basta né il cuore, né la grinta. I quattro gol realizzati dalla Roma non sono sufficienti. Prima la sfortunata autorete di Milner,, poii gol di Dzeko e Nainggolan (doppietta) . Il Liverpool segna due gol nel primo tempo con Mané e Wijnaldum, è festa per i tanti tifosi inglesi giunti nella capitale.

Il Pre-partita: Che atmosfera nella capitale! Roma e la Roma ci credono. All’ “Olimpico” grande attesa per la semifinale di ritorno contro il Liverpool dell’ ex Mohamed Salah. La severa sconfitta subita ad Anfield non condanna definitivamente la squadra di mister Di Francesco che potrebbe comunque raggiungere la finale di Kiev. Ai giallorossi servirebbe una vittoria con tre gol di scarto. Dunque non solo il 3 a 0, ma anche il 4 a 1 farebbe accedere la Roma in finale. Naturalmente qualificazione aperta anche nel caso in cui la Roma vinca 5 a 2, od ancora  6 a 3. L’obiettivo di De Rossi e compagni sarà quello di realizzare il primo possibile la prima rete così da indirizzare il match dalla propria parte. Dall’altra parte c’è però il Liverpool di Kloop, una squadra da non sottovalutare soprattutto nei reparti offensivi con Salah, già castigatore nella gara di andata, e con Firminio e Mané pronti ad approfittare delle azioni in velocità. In settimana lo stesso tecnico del Liverpool ha dichiarato ai microfoni della stampa inglese le seguenti dichiarazioni: “Non siamo il Barcellona, non sarà facile segnarci tre reti”. Una sfida dunque ostica per la Roma, ma non proibitiva dopo il miracoloso ribaltone col Barcellona.

Formazioni

ROMA (4-3-3): Alisson, Manolas, Florenzi, Fazio, Kolarov, Pellegrini, De Rossi, Nainggolan, Schick, Dzeko, El Shaarawy. ALL. Di Francesco

LIVERPOOL (4-3-3): Karius, Robertons, Van Dijk, Loren, Alexander Arnold, Miller, Henderson, Wijnaldum, Salah, Firminio, Mané. ALL. Kloop

Primo Tempo: Clima caldissimo all’ “Olimpico”! Tutto pronto per la semifinale di ritorno. Il direttore di gara, il sig. Damir Skomina (Slovenia), dà il via. Si parte! La Roma parte con l’acceleratore azionato, cercando di segnare la prima rete già nei minuti iniziali. Al 5′, pericoloso tiro di Florenzi dalla distanza, palla di poco a lato.
Tre minuti poi tardi, all’ 8′, sanguinosa palla persa di Nainggolan a metà campo, Firminio se ne appropria e serve Mané che si avvicina e con un diagonale perfetto trafigge Allison. Vantaggio del Liverpool, 0-1! Gol che piega le gambe alla Roma, adesso serviranno quattro reti. La reazione giallorossa arriva al 14′.  Traversone dalla destra per El Shaarawy che colpisce di testa, palla sui piedi di un difensore del Liverpool che rinvia malamente facendo carambolare su un compagno la sfera. La palla termina nell’angolino basso della propria porta. Karius resta immobile:1 a 1!  Il pareggio, frutto di una sfortunata giocata, scuote gli inglesi. Tra il 17′ e il 24′, doppia chance per i Reds. Prima con una conclusione di Firminio poi con un’azione da calcio d’angolo, con la palla che si alza a campanile nell area di rigore. Kolarov perde il duello con un’avversario, e Wijnaldum, che si ritrova la palla tra i piedi, calcia da pochi metri insaccando per il nuovo vantaggio. Liverpool nuovamente avanti! 1 a 2 e situazione complicata per la Roma. I padroni di casa, spinti dagli oltre 70. 000 dell’ “Olimpico”, tornano a ruggire. Al 35′ ghiotta chance per El Shaarawy. Conclusione spettacolare e imparabile per Karius, ma a fermare la corsa della palla è il palo destro. Il rammarico per l’occasione non materializzata non abbatte la Roma che continua ad avanzare. Nella prima frazione di gioco, ad eccezione di alcuni tentativi dei giallorossi, non accade più nulla. Si rientra così negli spogliatoi sul parziale di 1 a 2 per i Reds. Da segnalare l’ammonizione al 44′ del difensore del Liverpool, Lovren.

Secondo Tempo: Al rientro in campo è naturalmente la Roma a far la partita. Ai giallorossi serviranno adesso altre quattro reti per raggiungere i supplementari ed eguagliare il risultato di Anfield. Al 52′ importante azione personale di El Shaarawy. La conclusione dell’attaccante romanista è però ipotizzata da Karius che si esibisce in una bella parata. Pochi secondi dopo, lo stesso estremo difensore avversario, non può negare il gol del nuovo pareggio. Edin Dzeko si dimostra vero trascinatore di questa squadra in Champions League. Il rimbalzo della sfera dopo un primo intervento di Karius termina sui piedi di Dzeko che incrocia sul palo opposto. 2 a 2 e speranze riaperte. Lo stadio diventa una bolgia. Il gol porta in casa giallorossa tanta energia, tanta da coinvolgere tutti i giocatori in campo. Al 60′ è Under ad andare vicino al gol. Il portiere dei Reds non si fa sorprendere ma tanta fortuna in questo intervento. Gli uomini di mister Di Francesco restano costantemente nella tre quarti avversaria e al 63′ ecco una nuova chance. El Shaarawy piomba con rapidità sulla palla e conclude indirizzando verso la porta difesa da Karius, palla in angolo. Dopo un lungo periodo di sofferenza riesce fuori anche il Liverpool che al 69′ prova a mettere il punto esclamativo sul match con un tiro di Firminio parato da Allison. Il tempo scorre velocemente e al minuto 80 è ancora un miracolo di Karius a dire no alla Roma. Gli sforzi dei giallorossi sono meritatamente ripagati all’ 86′. Nainggolan riceve un ottimo passaggio da Kolarov e con potenza scaglia verso la rete. 3 a 2 e lumino della speranza ancora acceso. Le speranze della Roma restano aggrappate ad un filo molto sottile. Tre minuti di recupero ma ancora due gol da realizzare per la Roma, un risultato adesso davvero proibitivo. Ed è proprio nell’ ultimo dei tre minuti di extra time che l’arbitro assegna un penalty per la Roma. Tocco di mano di Klavan. Dal dischetto si presenta il belga Nainggolan che spiazza il portiere e realizza la propria doppietta. 4 a 2! Subito dopo arriva il triplice fischio dell’arbitro. Il Liverpool è la seconda finalista, raggiungerà a Kiev il Real Madrid. Per la Roma solo applausi, percorso europeo straordinario per gli uomini di Di Francesco.

Roma – Liverpool 4-2 (and. 2-5)
MARCATORI: 9′ Mané (L), 14′ Milner autogol (R), 24′ Wijnaldum (L), 52′ Dzeko (R), 86′ e 93′ Nainggolan (R)

A. P.

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano