Juventus, festa per il VII Scudetto consecutivo! Buffon lascia maglia bianconera dopo 17 anni

La partita dell’Allianz Stadium vinta per 2 a 1 contro l’Hellas Verona grazie alle reti di Rugani e Pjanic, rispettivamente siglate al 49′ e al 52′,  conclude la stagione 2017-18 della Juventus. Giornata particolare e toccante con l’addio di Gianluigi Buffon (portiere bianconero dal 2001) e di Stepan Lichtsteiner (difensore svizzero dal 2011 alla Juventus). Settimo scudetto consecutivo e dominio nazionale incontrastato dal 2011 ai danni delle rivali: dal Napoli, alla Roma passando per le milanesi Inter e Milan. Lo scudetto 2017-18, già conquistato nello scorso weekend a causa del pareggio del Napoli col Torino (2-2) e al concomitante pari dei bianconeri (0-0 con la Roma), corrisponde con il secondo miglior computo di punti delle ultime stagioni. 95 punti totalizzati, frutto di 30 vittorie, 5 pareggi e sole 3 sconfitte. 86 gol realizzati e 24 subiti. Il record di punti conquistati in campionato dalla Juventus risale alla stagione 2013-14 (102 punti). La formazione bianconera, grazie ai 22 gol siglati da Paulo Dybala, rientra tra le prime tre squadre di questo campionato, assieme a Lazio e Inter, con un giocatore oltre la soglia dei 20 gol messi a segno. In questa Serie A, come già anticipato dal record collezionato in 38 giornate, ha subito solo tre sconfitte. Due di queste davanti al proprio pubblico contro Lazio (1-2) e Napoli (0-1), mentre una sola lontana dall’Allianz Stadium contro la Sampdoria (3-2). Il miglior record di risultati utili consecutivi è stato maturato dal 26 Novembre 2017 (Juventus-Crotone 3-0) al 18 Aprile 2018 (Crotone-Juventus 1-1). Un girone completo dunque di imbattibilita’, vale a dire 19 partite senza mai perdere.

ROSA JUVENTUS STAGIONE 2017-18

PORTIERI: #1 Gianluigi Buffon, #23 Wojciech Szczesny, #16 Carlo Pinsoglio, #35 Leonardo Loria, #32 Mattia Del Favero

DIFENSORI: #12 Alex Sandro, #15 Andrea Barzagli, #4 Mehdi Benatia, #3 Giorgio Chiellini, #2 Mattia De Sciglio, #21 Benedikt Howedes, #26 Stephan Lichtsteiner, #24 Daniele Rugani

CENTROCAMPISTI: #22 Kwadwo Asamoah, #30 Rodrigo Bentacur, #11 Douglas Costa, #34 Ferdinando Del Sole, #6 Sami Khedira, #8 Claudio Marchisio, #14 Blaise Matuidi, #37 Simone Muratore, #5 Miralem Pjanic, #27 Stefano Sturaro

ATTACCANTI: #10 Paulo Dybala, #9 Gonzalo Higuain, #17 Mario Mandzukic, #33 Federico Bernardeschi

ALLENATORE: Massimiliano Allegri

GIGI BUFFON, UNA CARRIERA STRAORDINARIA!
Sabato 19 Maggio 2018, ore 16 e 22 minuti. Un giorno, un pomeriggio che rimarrà per sempre nel cuore dei tifosi bianconeri e non solo. Gianluigi Buffon, il capitano di sempre, il numero 1 di sempre dice addio alla Juventus. Una carriera straordinaria, iniziata il 19 Novembre 1995 con la maglia del Parma all’età di soli 17 anni. Gianluigi indosserà la maglia dei ducali sino al 2001. Vincerà una Coppa Italia (1998-99), una Supercoppa Italiana (1999), una Coppa UEFA (1999). Con questi anni coinciderà anche l’esordio con la Nazionale Italiana. Dal 2001 Buffon si trasferirà alla Juventus. Con la Vecchia Signora, il numero 1 bianconero conquisterà nove scudetti (2001-02, 2002-03, 2011-12, 2012-13, 2013-14, 2014-15, 2015-16, 2016-17, 2017-18), quattro Coppe Italia (2014-15, 2015-16, 2016-17, 2017-18), cinque Supercoppe Italiane (2014-15, 2015-16, 2016-17, 2017-18) ed uno Campionato di Serie B (2006-07). Un palmarès composto da 22 trofei con i club: 3 con il Parma e 19 con la Juventus. Titoli a quali si aggiungono gli importanti traguardi raggiunti con la Nazionale Italiana. Nel 1996, all’età di 18 anni diviene Campione d’Europa U21, mentre nel 1997 conquista i Giochi del Mediterraneo. Con la Nazionale maggiore alzerà al cielo la Coppa del Mondo nel 2006. Il rammarico di Gianluigi con addosso la maglia della Juventus rimane quello di non aver conquistato neppure una Champions League. In compenso può vantare tanti riconoscimenti personali a livello internazionale. Per tre volte miglior giocatore UEFA, per due volte miglior portiere UEFA (2003, 2017)e per una volta miglior giocatore dell’anno (2003). Competizioni alle quali si aggiungo tanti altri riconoscimenti.

A. P.

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano