Champions League: Real sul tetto d’Europa! 3-1 al Liverpool. Bale stratosferico, disastro Karius

Il Real Madrid sale sul tetto d’Europa. Terza Champions League consecutiva e tredicesima complessiva nella storia dei Blancos. Nella finalissima di Kiev battuto per 3 a 1 il Liverpool di Jurgen Kloop. Determinante la rete siglata da Benzema al 51′ minuto e la doppietta di Bale (64′ e 83′) alle quali si aggiungono i clamorosi errori del portiere dei Reds, Loris Karius, vero complice della festa madrilena.

Formazioni

REAL MADRID (4-3-1-2): Navas, Carvajal (37′ Fernandez), Varane, Sergio Ramos, Marcelo, Modric, Caseimiro Kroos, Isco (61′ Bale), Benzema (89′ Asensio), Ronaldo. ALL. Zidane

LIVERPOOL (4-3-3): Karius, Robertons, Van Dijk, Lovren, Alexander Arnold, Milner (83′ Can), Henderson, Wijnaldum, Mané, Firminio, Salah (31′ Lallana). ALL. Kloop

La partita: che atmosfera a Kiev! Tutto esaurito e spettacolo sugli spalti con le gradinate colorate rispettivamente di bianco dai tifosi del Real e di rosso dai sostenitori dei Reds. Ingresso in campo anticipato dalla voce inconfondibile della cantante Dua Lipa che inaugura la serata in stile Hollywood e da Shevchenko, in veste di padrone di casa, che fa il suo ingresso con la coppa dalle grandi orecchie tra le mani. È tutto pronto, giocatori in campo, inno della Champions League per l’ultima volta in questa stagione e fischio del direttore di gara, il sig. Milorad Mazic. Si inizia! Il Liverpool parte col piede giusto assediando la metà campo avversaria nei primi tre minuti di gioco, ma senza produrre nulla di pericoloso. Ad azionare il primo allarme della serata è Cristiano Ronaldo, che al 15′ minuto sfugge alla difesa. Il tiro del portoghese termine di poco alto sopra la traversa. La risposta del Liverpool arriva al 23′ con una conclusione di Alexander-Arnold parata senza problemi da Navas. Alla mezz’ora esatta incubo per la panchina dei Reds e per Mohamed Salah che subisce un brutto colpo. Staff medico prontamente in campo. Per l’attaccante egiziano brutto colpo alla spalla: è costretto ad uscire. Lacrime e abbraccio di conforto con Kloop che manda in campo Lallana. Il sipario degli infortuni resta, purtroppo, ancora aperto. Cinque minuti più tardi è Carvajal a finire a terra. Anche per lui uscita obbligatoria dal campo e prima sostituzione anche per il Real Madrid con Nacho che subentra al 36′. La prima frazione di gioco termina con la conclusione di Benzema di poco lontana dal palo sinistro. All’intervallo è 0-0! Lo spettacolo arriva nei secondi 45 minuti. Al 48′ clamorosa svista della difesa inglese che concede a Isco una palla d’ora. Il tiro, per fortuna dei Reds, si spegne sulla traversa. L’appuntamento con il gol del vantaggio è rimandato solo di qualche istante. Al 51′, clamoroso errore di Karius, un errore che forse, o quasi probabilmente, non si commette neppure a livello giovanile. Il portiere del Liverpool tenta un rinvio con le mani per i compagni, ma a pochi passi dallo stesso Karius arriva l’accorrente Benzema che distende la gamba, intercettando e spedendo in rete. Real Madrid in vantaggio: 1-0! Per il Liverpool è un duro colpo, ma la rete non scoraggia Firminio e compagni. Al 55′, calcio d’angolo battuto da Milner. Palla in mezzo per Lovren che prolunga per Mané. Il centravanti dei Reds non deve far altro che spedire oltre la linea di porta. Parità e partita riaperta. Le speranze degli inglesi si spengono al 61′ quando Zinedine Zidane manda in campo Gareth Bale. Passano solo tre minuti ed è già chapeau per il gallese. Marcelo percorrere l’out di sinistra prima di mettere in mezzo un pallone invitante per lo stesso Bale che si coordina in un acrobazia area. Rovesciata straordinaria che non lascia scampo a Karius: 2-1! Gli uomini di Jurgen Kloop non demordono neppure in questa circostanza e al 71′ ecco una nuova occasione. Mané, a pochi passi dal limite dell’area di rigore, si accentra e lascia partire una precisa conclusione che si spegne sul palo. Pericolo scampato per il Real. Il Liverpool, nel suo momento migliore dopo il gol del 2-1, abbandona il sogno Champions. Protagonista è ancora il portiere Loris Karius. Bale conclude con un non potente tiro a giro, ma i guantoni dell’estremo difensore non trattengono la sfera. Palla clamorosamente in rete per la terza volta: 3-1 per il Real e doppietta per Bale. Nel finale Zidane manda in campo anche Asensio, subentrato a Benzema. Dopo quattro minuti di recupero la festa può avere inizio. Terza Champions League consecutiva dopo quelle conquistate nelle due scorse stagioni contro Atlético Madrid e Juventus.

REAL MADRID – LIVERPOOL 3-1

MARCATORI: 51′ Benzema (RM), 55′ Mané (L), 64′ e 83′ Bale (RM).

A. P.

Recommended For You

About the Author: PrM 1