Scudetto: Milano al 1° match point! Stoppa di Goudelock decisiva, Trento KO 91-90! - Ilmetropolitano.it

Scudetto: Milano al 1° match point! Stoppa di Goudelock decisiva, Trento KO 91-90!

L’Olimpia Milano batte per 91 a 90 la Dolomiti Energia Trento e fa suo il sesto atto di questa straordinaria serie finale. Partita non adatta ai deboli di cuore, decisa solo negli ultimi 30 secondi del match con due tiri liberi messi a segno da Goudelock (16). Avanti per lunghi tratti nella prima parte di gara, Milano si è vista rimontare più volte nel finale. Autentico trascinatore della Dolomiti come sempre Schields. 27 punti con il 75%da due e dai liberi e oltre il 60%da tre non bastano per completare l’impresa. A consolidare il successo dell’Olimpia i 19 punti a testa per Kuzmiskas e Gudautis. Alla sirena finale è 91 a 90 per i lombardi, vicini ora allo scudetto. Gara-6 al PalaTrento il prossimo 15 Giugno, ore 20.45.

Quintetti iniziali

OLIMPIA MILANO: Cinciarini, Goudelock, Micov, Kuzmiskas, Tarczewski

DOLOMITI ENERGIA TRENTO:Forray, Schields, Hogue, Silinis, Sutton

Primo Quarto: è dell’Olimpia Milano il primo possesso della partita con Micov che realizza i primi due punti con un pregevole appoggio al tabellone (2-0). La Dolomiti risponde con Sutton che, dopo l’ottima prestazione di Gara-4 con 18 punti a segno, realizza da tre punti (2-3). I ritmi della gara sono sin da subito elevati e nelle azioni successive Cinciarini prima e Tarczewski dopo da una parte e Sutton e Forray dall’altra scrivono il 10-10 dopo 3′ minuti. A scavare il primo solco tra i due quintetti è un break di 5-0 dei padroni di casa (15-10). Vantaggio che si consolida nei minuti successivi con Milano che arriva anche sul +11 (30-19), grazie ai canestri di Bertans e Jerrells. I primi dieci minuti si concludono con l’Olimpia in vantaggio di nove punti con il parziale di 31 a 22.

Secondo Quarto: al rientro sul parquet la Dolomiti inizia a carburare e diminuire lo svantaggio, come già successo in Gara-4, non è un problema. Prima però spazio per l’allungo di Milano che arriva sul +10 (35-25). È qui che allora che Hogue, Franke e Gomes decidono di prendere Trento per mano e ribaltare clamorosamente il risultato, portandolo sul +1 (37-38). Il primo vantaggio degli ospiti non dura a lungo e Milano. Goudelock e Gudautis per il contro sorpasso (46-44). Nel finale, l’Olimpia allunga sul 48 a 45, prima di essere rimontata con un break di 0-5 che porta Trento avanti di 5 all’intervallo lungo col punteggio di 48 a 50.

Terzo Quarto: il parziale con cui la Dolomiti ribalta la situazione nel finale di secondo persiste e persiste sino a primi possessi con Trento che si porta sul 50 a 56. A riequilibrare le sorti del match è Cinciarini. Prima un canestro e poi una tripla per il – 1 (57-58). Partita, adesso in perfetto equilibrio, con Milano e Trento che si rispondono a suon di canestri sino al suono della terza sirena che recita: 71- 66 per i padroni di casa. Di Kuzmiskas e Micov i punti per l’allungo.

Quarto Periodo: con soli 5 punti a dividere i due quintetti e con la posta in palio davvero altissima, commettere errori non è permesso né per l’una né per l’altra squadra. Di fatti, nel quarto periodo sarà spettacolo. Kuzmiskas ancora, e Goudelock tentato di ipotecare con un parziale di 7-2 che spinge Milano sul 76-68. Coach Buscaglia corre ai riparo, chiamando un time out, ma l’Olimpia continua a segnare con regolarità: è 80-72. La reazione di Trento arriva a 4′ minuti dalla fine. Schields, chi se non lui del resto, realizza cinque punti consecutivi, permettendo alla Dolomiti di arrivare a – 3 (80-77). Il Forum di Assago si infiamma. Milano sa di non poter fallire. Cinciarini, particolarmente in serata, mette a segno la tripla del +5 (82-77). Il vantaggio di cinque lunghezze resiste sino a 3 giri di lancette dalla fine con Milano avanti 85 a 80. Trento sembra leggermente fuori giri, ma considerare la partita chiusa sarebbe una vera follia. Hogue fa 1/2 dai liberi, e sul rimbalzo offensivo catturato, Schields realizza da oltre l’arco. La Dolomiti è a – 1 (85-84). Si entra così nell’ultimo minuto di gioco. Gudautis completa con un 2/2 il suo viaggio in lunetta (87-84), prima che il solito Schields realizzi il canestro della parità (87-87). Nella seguente azione a far esplodere il Forum è un canestro di Goudelock (89-87). Timeout immediato per Trento. Lo schema di Coach Buscaglia va a cercare Schields che non fallisce. Il n. 31 di Trento è un cecchino di alta classe. 89 a 90 e risultato nuovamente ribaltato. Con 30 secondi ancora da giocare, la Dolomiti è costretta a difendere. Difesa estenuante e perfetta sino a quando uno dei direttori di gara non sanziona il fallo di Schields. Tiri liberi per Milano con Goudelock che realizza entrambe le conclusioni: 91-90. L’assalto di Trento non basta, contropiede nei sei secondi rimasti a disposizione con Sutton palla in mano. Il tiro dell’americano si spegne sul primo ferro. È festa per Milano e per gli oltre 8.000 del Forum. Tra lo scudetto e l’Olimpia adesso c’è solo Gara-6.

OLIMPIA MILANO- DOLOMITI ENERGIA TRENTO 91-90 (31-22; 48-50; 71-66)

OLIMPIA MILANO:  Goudelock 16, Micov 4 , Bortolani, Pascolo , Tarczewski 2, Kuzmiskas 19, Cinciarini 15, Cusin, Abass, Bertans 8, Jerrells  8, Gudautis 19 . ALL. Pianigiani

Tiri da due: 23/35; Tiri da tre: 7/21; Tiri liberi:24/27; Rimbalzi: 28 (23 dif, 5 off ); Assist:18

DOLOMITI ENERGIA TRENTO: Franke 3 , Sutton 15, Silins 6, Forray 4 , Conti, Lovisotto, Gutierrez 9 , Czumbel, Gomes 12, Hogue 14, Lechthaler, Schields 27 . ALL. Buscaglia

Tiri da due: 22/37; Tiri da tre: 11/26; Tiri liberi:13/19; Rimbalzi: 32 (22 dif, 10 off ); Assist:18

A. P.

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano