Felicità è ciò che spesso si nasconde in quel inatteso a volte impensato magnifico momento che prende il nome di sorpresa… - Ilmetropolitano.it

Felicità è ciò che spesso si nasconde in quel inatteso a volte impensato magnifico momento che prende il nome di sorpresa…

La mia breve riflessione di oggi parte da una mia vecchia oggi rispolverata esperienza di vita che porto in condivisione e che è da sempre l’imbarazzo di quando ti è chiesta cosa sia la felicità. Spesso la mia risposta è stata quella di escludere a priori che l’essere felice non significa sposare la donna giusta o avere un lavoro che ci fa guadagnare di più, ma parte sicuramente da quello che ritengo lo scrigno dove la raffiguro riposta e cui ho assegnato da sempre il nome ”sorpresa”. E’ da questa mia personale riflessione che raffigura, in una delle sue tante sfumature, la felicità come qualcosa spesso inclusa in un attimo, un momento, una semplice frazione di secondo che non ti aspetti. Pensare comune come sopra descritto e che la felicità ci viene a trovare solo quando accadono alcuni eventi, come sposare la donna giusta, fare il lavoro che ci fa guadagnare di più, avere una posizione di spicco nel proprio ambiente sociale ecc. ecc., mentre ritengo invece per convinta mia personale idea, che ciò che rende “buona” una vita e ti porta all’appagamento dell’anima stessa è spesso pari alla quantità di sorprese che ci riserva. Credo che sarà felicità quando potremo dire di essere soddisfatti se il nostro modo di vivere, è stato ricco e ci ha dato tanto quanto ci sono accadute cose inaspettate. Quindi forte di questo pensiero ho da sempre allontanato l’abitudine per non sporcare attimi sereni, perché una buona vita è quella che si materializza colma di sorprese che solo chi ha l’occhio aperto e allenato può cogliere. Non è vero che le novità non accadono, piuttosto siamo noi ad avere spesso gli occhi chiusi, ed essere incapaci di vederle. Il nostro sguardo interiore si è adattato a una vasta gamma di cose ritenute importanti e mette da parte di solito tutto il resto. Vediamo quindi solo il mondo che siamo abituati a vedere, e di conseguenza un mondo troppo ristretto. Quindi il mio consiglio che dò sempre anche a me stesso è quello di aprire gli occhi allenandolo a vedere l’inaspettato. È importante perciò allenarsi a notare ogni giorno della vita le novità che continuamente ci accadono intorno senza che neanche ce ne accorgiamo. Impariamo a chiederci più spesso cosa ci è accaduto di nuovo oggi? Quali sorprese sono venute a visitarci?Ricordiamoci sempre già da subito, di far tesoro di quegli attimi che ci lasciano forse palesemente perplessi, ma che ha pensarci dopo si riveleranno come una miniera di nuove emozioni. Ci sono momenti di vita in cui necessita spostare i nostri occhi dal loro consueto angolo di visuale. In questo modo il nostro sguardo si allargherà e se poi ci porta anche a pensare di meno, credo che siamo difronte a quel viatico che ci porta incontro a quella che considero una condizione essenziale per aprire le porta a quella straordinaria sensazione di benessere che è la serenità come rappresentazione sensitiva di tutto ciò che di più bello può regalarci la vita. Buona fortuna…

Maurizio Gattuso

Recommended For You

About the Author: PrM 1