Reggio Calabria, il ringraziamento di una lettrice al personale degli Ospedali Riuniti

Riceviamo e Pubblichiamo

Vorrei scrivere  di una realtà che fa parte della nostra città e degli Ospedali Riuniti di Reggio Calabria. Lo vorrei raccontare in risposta alle strumentalizzazioni di questi ultimi giorni volti solo ed unicamente a creare una campagna denigratoria nei confronti di noi tutti, quali cittadini di Reggio Calabria. Ho avuto mio padre affetto da carcinoma, dopo l’asportazione; l’oncologo  ha prescritto una terapia radioterapica. Ci siamo rivolti al nostro ospedale con una certa fiducia, senza preconcetti. Quello che abbiamo visto in un mese e mezzo di terapia sono stati la professionalità, le competenze, una macchina all’avanguardia che ci ha permesso di poter eseguire la terapia qui a Reggio Calabria, senza dover cercare altrove. Oltre ciò ci siamo sentiti coccolati, accuditi, ogni dubbio ogni domanda aveva sempre una risposta una gentilezza un’ umanità che ci siamo sentiti a casa. Voglio dire grazie al Dottor Said,  primario del reparto radioterapico, a tutti gli altri medici, infermieri. Vorrei nominarli uno ad uno ma non ricordo i nomi di tutti,  so che loro si ricorderanno del nonnino Domenico, mio padre non era un numero, ma una persona che andava curata non solo nel fisico, ma anche e sopratutto nell’animo. Rinnovo il mio grazie all’equipe del dott. Said

Pierina D’andrea

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano