Migranti Firenze. Bus per scuola e lavoro, a Pelago cartello choc

PAP ATTACCA SINDACO PD CHE SI DISSOCIA: MAI CHIESTA AFFISSIONE

(DIRE) 21 Settembre – Dalle 7.30 alle 8.30 del mattino, dalle 13 alle 14 e dalla 17 alle 18 “si prega di non utilizzare i mezzi pubblici, poiche’ sono gia’ occupati dalle persone che vanno e tornano a scuola e da lavoro”. Il cartello e’ stato affisso all’interno del Caf di Pelago, in provincia di Firenze, gestito dalla cooperativa Cristoforo. Un fatto denunciato da Potere al popolo, con tanto di foto al foglio appeso sui muri della struttura: “Lo ha chiesto il sindaco del Pd” Renzo Zucchini, tuonato gli esponenti di Pap in una nota. “Il Pd invita i migranti ad essere ‘invisibili’ e a non disturbare. Forse perche’ mira a raccattare facile consenso a destra”. Cosi’, nel suo j’accuse, Pap parla di autobus per italiani e bus per i migranti”, perche’ “lo stesso sindaco avrebbe chiesto alla compagnia di trasporti che gestisce le linee tra Pontassieve e Vallombrosa, di creare una corsa apposita per i migranti, per evitare gli orari piu’ frequentati dagli italiani”. Torna insomma “in forme piu’ cortesi la segregazione razziale”, un po’ come “gli autobus che circolavano negli stati del Sud degli Usa” negli anni ’50. Il sindaco Zucchini, pero’, non ci sta, e prende le distanze da quel cartello e da Pap: “Su temi come accoglienza e integrazione siamo all’avanguardia e mi stupisco che Potere al popolo abbia attaccato cosi’, senza interpellarmi ne’ chiedere informazioni precise”, spiega alla ‘Dire’. Sta di fatto che il cartello in quel muro e’ stato attaccato, perche’? “Il Comune non ha fatto nessun invito alla cooperativa, non siamo stati noi a chiederne l’affissione”. (SEGUE) (Dig/ Dire) 19:17 21-09-18

Recommended For You

About the Author: PrM 1