Il 12 Ottobre alla Cittadella Regionale, il convegno “Aip-sindem vissuti e risvolti nelle demenze tra umanesimo e biomedicina”

“Per molto tempo nello studio della demenza è prevalsa una visione biomedica che ha tenuto conto soprattutto degli aspetti biologici e neurologici della malattia dementigena. Negli anni più  recenti, le ricerche stanno evidenziando che, per comprendere la demenza, sia necessario passare da un modello biomedico ad uno biopsicosociale centrato sulla persona, che prenda in considerazione, oltre i sintomi e i deficit cognitivi, anche gli aspetti peculiari di ogni individuo, quali la storia di vita, la personalità, le relazioni che vive e il contesto in cui vive. Tali aspetti, interagendo tra loro e con il danno neurologico, influenzano il comportamento, producendo manifestazioni cliniche, diversa da persona e persona. Obiettivo del corso è quello di aprire, rispetto all’assessment tradizionale che finora ha caratterizzato il mondo della demenza, nuovi scenari centrati sull’esperienza soggettiva, sulla consapevolezza di malattia e sulle modalità attraverso le quali la persona reagisce ad essa. Tali argomentazioni potranno avere come ricaduta la crescita culturale trasversale dei professionisti partecipanti al corso, i quali potranno trasferire le competenze acquisite nel mondo reale, con indubbi benefici sulla persona malata, sulla sua famiglia e sul sistema di cure.”

 

Recommended For You

About the Author: PrM 1