I Musei Vaticani aprono le porte all’arte russa

Arriva ai Musei Vaticani, Braccio di Carlo Magno, l’attesissimo evento “VELINA, il tratto Russo. Dal Dionisio a Malevic”. Capolavori dalla collezione della Galleria Statale Tretyakove musei Russi. Dal 20 Novembre 2018 al 16 Febbraio 2019. Anteprima 19 Novembre ore 17.00

Autentici capolavori, testimonianza di secoli d’arte, provenienti dalla collezione della Galleria Statale Tretyakov e musei Russi, saranno protagonisti dell’attesissimo evento “VELINA, il tratto Russo. Dal Dionisio a Malevic”, da 19 novembre nella suggestiva cornice dei Musei Vaticani, Braccio di Carlo Magno. L’esposizione, per la prima volta a Roma, è stata concepita come una degna riposta al generoso gesto dei Musei Vaticani e per questo gli organizzatori hanno dato vita ad un progetto ambizioso, decisamente significativo in termini di livello artistico e dedicato al messaggio spirituale e culturale della Russia al centro del mondo cristiano occidentale. Come concepito dal curatore la mostra racchiude l’unicità della mentalità artistica della nazione e pone l’accento sulla continuità delle tradizioni, sulle profonde connessioni interne dell’iconografia e sul realismo russo del XIX secolo. E’ stato sviluppato un  concetto originale e in molti modi innovativo del progetto e  sono stati selezionati oggetti di eccezionale pienezza figurativa e valore artistico.

Nello spazio espositivo  due tradizioni  storiche e culturali entrano in dialogo: l’arte antica russa e la pittura della seconda metà del XIX e il primo terzo del XX secolo. Sull’esempio delle opere presentate (icone e dipinti) queste potenti tradizioni dell’arte russa sono  combinate. L’idea della mostra è di mostrare la parentela, che    si è rivelata inestirpabile, nonostante  la rottura dei legami culturali durante il regno di Pietro I; fare confronti sul principio delle inaspettate ma ovvie analogie ,rivelando  che l’arte russa non è due stadi diversi e quasi opposti, ma un tutto unico.

La mostra è realizzata grazie al Ministero della Cultura di Federazione  Russa, Galleria Tretyakov Statale, uno dei più grandi e più visitati musei risalente al 1856, dai musei Vaticani e dalla Fondazione benefica di Alisher Usmanov“Arte, scienza e sport», che opera con progetti che svolgono una missione responsabile nel riunire culture di nazioni diverse e per questa occasione importante si avvalora il forte legame tra la cultura e l’arte della Russia e dell’Italia.

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano