La Camera di Commercio Italiana in Giappone ha promosso le eccellenze Made in Italy gastronomiche

Anche in Giappone è stata celebrata e si è conclusa la terza edizione della Settimana della cucina italiana nel mondo in programma dal 19 al 25 Novembre, che mirava a promuovere l’agroalimentare e la cucina italiana di qualità, segni distintivi del “marchio Italia”.  Ideato e coordinato dal Ministero degli Affari Esteri e Cooperazione Internazionale il progetto ha coinvolto 110 Paesi, quest’anno dedicato alla Dieta Mediterranea. Tematiche centrali quelle che contraddistinguono tradizionalmente l’agroalimentare italiano: qualità, sostenibilità, cultura, sicurezza alimentare, diritto al cibo, educazione, identità, territorio, biodiversità. Degustazioni, cene con menu a tema, corsi di cucina, incontri con gli chef, concorsi e mostre hanno animano le attività organizzate dalla rete diplomatica Italiana in Giappone in collaborazione con istituzioni, la Camera di Commercio Italiana in Giappone (ICCJ) e ristoranti italiani, per far conoscere al mondo il meglio della nostra tradizione culinaria. L’evento di punta della Camera di Commercio Italiana in Giappone (ICCJ) è stato il Gran Concorso di Cucina giunto alla sua 9a edizione che si è tenuto il 22 novembre a Tokyo.  Gli 8 finalisti, sono stati selezionati tra 80 chef professionisti residenti in Giappone e non-di nazionalità italiana si sono cimentati in ricette con primi piatti di pasta e secondi o antipasti da abbinare a birra Peroni-Nastro Azzurro, sponsor dell’evento, insieme ad Alitalia, Rinnai e Barilla. La giuria composta da famosi chef italiani, anche stellati, personalità istituzionali ed esperti di cucina, ha scelto un solo vincitore, premiato con un biglietto per l’Italia e un corso della durata di cinque giorni presso l’Accademia Italiana della Cucina. La cucina è stata raccontata anche attraverso iniziative di taglio culturale come la proiezione di film legati al cibo. Nella sede ICCJ di Tokyo il film “Dove c’è prosecco c’è speranza” narra le vicende di un delitto sulle colline venete tra le mille bollicine del prosecco, co-protagonista di questa storia avvincente. Il concorso fotografico Instagram “La tua cucina casereccia”, organizzato da ICCJ in collaborazione con ENIT, ha messo in mostra le foto delle ricette tipiche italiane, sulle tavole dei giapponesi. Uno dei piatti più amati ed emblematici della cucina italiana, la Pizza Margherita, nel suo 120° anniversario è stata protagonista del concorso fotografico“Margherita”. Lo scatto migliore è stato selezionato da ICCJ e premiato con un rifornimento di birra italiana. “Italy, Land of Wine: bellezza della manualità” è un workshop organizzato da ICCJ con Slow Wine e i Vini del Piemonte, con oltre 100 etichette di vino da 35 aziende vinicole, si sono alternati sessioni d’assaggio a seminari specialistici e cene tematiche. “La Settimana della cucina italiana nel mondo nasce con l’obiettivo di promuovere, a livello internazionale, produzioni agroalimentari e vitivinicole italiane. E’ fondamentale continuare a nutrire l’interesse di mercati esteri nei confronti del made in Italy, aggiornando puntualmente la strategia marketing. Nel primo semestre 2018 l’import dall’Italia verso il Giappone è aumentato del +15% rispetto all’anno precedente e con la firma dell’accordo di partenariato EU-Giappone EPA si prevedono margini di crescita interessanti in alcuni comparti specifici come quello del vino” dichiara il Segretario Generale dell’ ICCJ Davide Fantoni.

Recommended For You

About the Author: PrM 1