Lavoro. Protesta Anpal al Cnel: basta precari che ricollocano disoccupati

(DIRE) 14 Dic. – “Basta operatori precari che ricollocano disoccupati”. Il personale Anpal ha organizzato un’azione di protesta per chiedere la stabilizzazione di 654 precari, oggi al Parlamentino del Cnel, nel corso di un convegno sul tema del lavoro al quale doveva partecipare anche il sottosegretario al Lavoro Claudio Cominardi. “I 10 milioni di euro che il Governo ha stanziato per Anpal Servizi sono del tutto insufficienti per le stabilizzazioni dei precari- ha dichiarato Cristian Sica parlando a nome degli operatori Anpal- A questo si aggiunge un altro elemento di preoccupazione, infatti Il 12 dicembre e’ stata stralciata dal Decreto semplificazioni varato dal CdM, la norma per il rinnovo della governance delle politiche attive (Anpal e Anpal Servizi). Alla vulnerabilita’ strutturale dei precari si aggiungono forti elementi di preoccupazione da parte di tutto il personale dipendente di Anpal Servizi”. “Nel corso dei positivi incontri istituzionali che si sono svolti negli ultimi mesi e’ stato piu’ volte affermato che le competenze strategiche degli operatori sarebbero state valorizzate per l’implementazione delle politiche attive e del reddito di cittadinanza- ha detto ancora- oggi e’ arrivato il momento di conoscere quale sara’ il nostro futuro, abbiamo bisogno di impegni concreti. Il Ministro Di Maio ha genericamente annunciato l’introduzione di una nuova figura professionale, il Navigator, un tutor per i beneficiari del Reddito di Cittadinanza. A parte gli inglesismi di una cosa siamo certi, basta operatori precari che ricollocano disoccupati”. Al termine dell’evento un rappresentante del ministero del Lavoro, presente al posto del sottosegretario Cominardi, si e’ detto disposto a ricevere i manifestanti per ascoltare le loro richieste.
(Fla/Dire) 18:27 14-12-18

Recommended For You

About the Author: PrM 1