Torino: picchia la compagna e la costringe a fuggire di casa con la piccola in braccio

Un cittadino italiano di 26 anni è stato tratto in arresto nelle scorse ore dagli uomini della Squadra Volante. L’uomo aveva picchiato per l’ennesima volta la convivente, una cittadina Italiana di 25 anni, che aveva telefonato alla madre chiedendo aiuto, prima che il compagno violento le togliesse di mano il telefono.

Da questa richiesta di soccorso, scaturiva l’intervento dei poliziotti dell’Ufficio Prevenzione Generale che, giunti all’indirizzo della coppia, trovavano in strada la donna con una bimba in braccio. La giovane era ferita perché era stata colpita dal compagno con un calcio alla gamba sinistra e con un morso all’avambraccio destro, ferite che venivano giudicate guaribili in 10 gg. da personale sanitario.

Gli agenti raccoglievano la testimonianza della giovane, dalla quale veniva descritto uno scenario di quotidiane violenze domestiche da parte del compagno, sempre per futili  motivi, anche alla presenza della loro bimba di 20 mesi. L’uomo è stato tratto in arresto per maltrattamenti in famiglia.

 

fonte  — http://questure.poliziadistato.it/Torino/articolo/6885c1e32615e809916824996

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano