Nucera: “Miramare non in vendita. Dieni e Caracciolo stiano tranquille, questa amministrazione ha  a cuore il bene della nostra città”

“Nel leggere le dichiarazioni pubblicate oggi dalla stampa locale relative alla presunta volontà di questa Amministrazione di vendere il Miramare, proferite dall’on. Dieni e dalla consigliera Caracciolo  il primo elemento che salta agli occhi è quello della necessità che intanto le due rappresentanti istituzionali si mettano d’accordo.  Mentre la  consigliera Caracciolo  afferma che “per un’ottimale valorizzazione  riteniamo che non si possa essere pregiudizialmente contrari alla vendita dell’immobile” la Parlamentare del Movimento 5 stelle  ci consiglia invece “di trovare altre soluzioni che permettano di usare e valorizzare al meglio il Miramare e non di metterlo in vendita”.
Queste dichiarazioni discordanti tra rappresentanti Istituzionali  sono la prova di quanto l’argomento Miramare sia delicato e di come diverse sono le opzioni possibili.
Siccome i toni che ultimamente usa certa politica  non ci piacciono e non ci appartengono,in quanto   Assessore con delega al Patrimonio comunale vorrei chiarire civilmente la questione”. Lo scrive in una nota Anna Nucera, commentando le dichiarazioni a mezzo stampa rilasciate dalla Deputata Federica Dieni e dalla consigliera comunale Mary Caracciolo. “Abituata da sempre a fare politica non con spot o scoop ma con ragionamenti frutto di conoscenza del problema e soprattutto di progettualità, mi viene difficile comprendere che  l’on. Dieni e la consigliera Caracciolo, nel momento in cui affrontano un argomento non conoscono   le procedure amministrative in corso nella città”.
“Ma al di là della funzione pubblica che dovrebbe essere propria di un rappresentante istituzionale – scrive Nucera – per non incorrere in errore sarebbe bastato un gesto semplice, ed al contempo rivoluzionario,informarsi seguendo gli organi di stampa o semplicemente aprendo  la home page del sito del Comune di Reggio Calabria!”. “Entrambe avrebbero infatti scoperto una verità sconvolgente: il Miramare non è in vendita! E non solo.. A seguito dell’asta pubblica per l’affidamento in concessione dell’immobile pubblicata lo scorso 13 dicembre – spiega ancora Nucera – si sono concluse appena tre giorni fa, il 31 gennaio, le procedure relative alla presentazione delle offerte per la locazione dell’immobile con vincolo di destinazione a struttura alberghiera”.
“E’ grave che una parlamentare inizi un comunicato parlando di “voci molto insistenti”.  La politica si fa sui fatti non sulle voci insistenti. Per me che la vivo esclusivamente nelle sedi Istituzionali non potrei neanche ascoltarle queste voci.  E proponendo di trasformare il Miramare in un punto di riferimento per le attività culturali, dimostra inoltre di disconoscere  che la struttura, rientrata nel 1985 nella disponibilità del patrimonio comunale, mantiene il vincolo della destinazione alberghiera, che non può essere in alcun modo modificato”. “Ancora più grave che una consigliera comunale come Caracciolo, eletta sul territorio, ignori completamente queste procedure. E che addirittura, basandosi su un assunto completamente falso ed inventato, si spinga nella solita invettiva, come è uso e costume ovviamente personalizzandola e imputando le sue false accuse sul sindaco Falcomatà che, stando a quanto falsamente dichiara la consigliera, vorrebbe svendere i gioielli di famiglia. Vorrei sommessamente ricordare alla consigliera e a me stessa, che era stata proprio la sua parte politica, a proporre la vendita della storica struttura, nel chiaro intento di mettere una pezza ai buchi di bilancio, agli artifizi contabili e ai falsi operati durante quelle gestioni.
Vendita  evitata solo per volere del sindaco Falcomatà. L’obiettivo di questa Amministrazione guidata dal Sindaco Falcomatà è quello di lavorare  affinchè la nostra città possa  ritornare ad essere la Reggio “bella e gentile” e non solo nei suoi edifici, nei suoi quartieri e nelle piazze, ma anche nel cuore di tutti noi cittadini”.

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano