Reggio Calabria. Assistenti educativi attendono da più di 5 mesi le loro legittime retribuzioni

La questione degli assistenti educativi che svolgono importanti funzioni all’interno delle aule scolastiche degli Istituti rientranti nel territorio  del Comune di Reggio Calabria e che attendono da oltre cinque mesi di veder loro corrisposte le legittime retribuzioni per il gravoso compito di educazione che offrono ad oltre 350 studenti dall’inizio dell’anno scolastico in corso, assume scenari preoccupanti stante la conclamata crisi di liquidità che l’ente di Palazzo San Giorgio attraversa”.  E’ quanto affermano Mary Caracciolo e Pasquale Imbalzano, rispettivamente Capogruppo e Consigliere Comunale di Forza Italia in seno al civico consesso reggino. “Nella giornata odierna, finanche l’audizione degli assessori Lucia Nucera e Irene Calabró nel contesto della VI^ Commissione Speciale Permanente “Controllo e Garanzia” non ha eliminato i dubbi sui tempi di pagamento delle restanti parti di retribuzioni di tutti coloro i quali – si badi bene – prestano un servizio gravoso e per certi versi complesso, il tutto per una cifra che si aggira a 12 euro l’ora al lordo delle ritenute fiscali e previdenziali, evidenziando uno scenario oltremodo allarmante e  angosciante per le casse del Comune di Reggio Calabria.

Infatti, dall’inizio dell’anno scolastico, solo qualche giorno fa è avvenuto il saldo di un importo pari alla metà della prima tranche, corrispondente a un solo misero mese e mezzo di lavoro, e ciò la dice lunga sugli enormi sacrifici che questi validi professionisti sono chiamati a sopportare per rendere questo lodevole servizio nei confronti degli studenti non autosufficienti. Poiché appare assurda questa situazione in quanto che la determina di pagamento è risalente a novembre 2018,  abbiamo puntualmente chiesto con forza il motivo del mancato pagamento.

E abbiamo soprattutto chiesto che l’Amministrazione Comunale, cosi come declama il principio dell’agire secondo il buon padre di famiglia, assuma  seriamente e concretamente l’impegno  per il pagamento immediato della parte rimanente della prima tranche! Infatti si tratta del destino lavorativo di circa 160 assistenti educativi che svolgono un ruolo essenziale nelle scuole reggine e che non possono essere mortificate da scelte politiche/amministrative che ledono inevitabilmente la dignità dei lavoratori. Inoltre, a ragione delle legittime rimostranze di questi validi professionisti a cui si è imposto per legge l’obbligo del possesso del titolo abilitativo per lo svolgimento dell’attività, con l’assunzione di intuibili sacrifici economici e di altro tipo tesi ad ottenerlo, abbiamo avanzato come gruppo di Forza Italia all’Assessore al ramo una proposta di valorizzazione dell’esperienza lavorativa e non solo del titolo posseduto,  mediante la suddivisione della istituenda short list comunale di assistenti educativi per l’anno scolastico 2019-2020 rispettivamente nelle categorie “senior” e “junior”, di modo che la professionalità posseduta sia davvero tutelata a beneficio degli studenti e delle loro famiglie. Siamo determinati ad andare fino in fondo nella tutela dei diritti delle famiglie e degli studenti che ricevono le cure e le attenzioni di queste valide figure assistenziali, che con abnegazione e entusiasmo ogni giorno svolgono un servizio essenziale per gli studenti di tutte le età.

Mary Caracciolo (capogruppo Forza Italia)

Pasquale Imbalzano (Forza Italia)

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano