Biesse, Sportello di ascolto: fatti non parole - Ilmetropolitano.it

Biesse, Sportello di ascolto: fatti non parole

Successo per lo sportello di ascolto.”In Difesa” promosso e voluto da Biesse contro i fenomeni di violenza.  Una grande soddisfazione dichiara la Presidente Biesse Bruna Siviglia.  Lo sportello di ascolto attivo dal mese di febbraio due volte a settimana il martedì  e il giovedì  dalle ore 9.30 alle 12.00 in due plessi dell’istituto scolastico Radice Alighieri di Catona  nel cuore della periferia è risultato uno strumento vincente., utile non solo ai ragazzi ma anche  agli insegnanti ed  ai  genitori.  Un vero presidio di legalità , attivo nella totale gratuita per formare le nuove coscienze contro ogni forma di violenza e di prevaricazione,  educando i giovani all’amore responsabile,  questi sono gli strumenti di cui si ha bisogno , aiuti concreti per la  crescita umana  delle giovani generazioni.  Il plauso della Preside Simona Sapone per i frutti prodotti dell’attivazione della sportello.  Con grande gioia comunico inoltre continua la Presidente Bruna Siviglia  che a breve saranno donate da Biesse due borse di studio di euro 500 ciascuna a due ragazzini dell’istituto Radice  Alighieri per il percorso  che stiamo portando avanti  all interno  dell’istituto intitolate al noto pediatra reggino Filippo Zema.  Ringrazio  tutto lo staff  di psicologi nostri soci che nella gratuita tengono attivo  lo sportello  In  Difesa Mery Chindemi,  Elisa Mottola,  Francesca Mesiano,  Valentina Romeo,  Marco Triglia,  lo staff del San Camillo Onlus della  Dott.ssa Tiziana Iaria per la mediazione scolastica Rita Brat,  Sonia Pannuti,  Maria Teresa Borinato.  Servono azioni concrete per arginare tutti i fenomeni di violenza , questi strumenti dovrebbero essere obbligatori in tutte le scuole il successo di In Difesa ne è la testimonianza.
La Presidente
Biesse
Bruna Siviglia

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano