Mood Project RC Viola-Pescara 88-83

La Mood Project Reggio Calabria supera Pescara per 88-83 in gara 2 dei play off chiudendo la serie sul 2-0 e guadagnandosi l’assesso alle semifinali. La Viola, dopo un complicato avvio di gara, spinta dalle triple di un sontuoso Carnovali e dall’ottima prova dei suoi interni, riesce a portare a casa un successo importante davanti ad una splendida cornice di pubblico. Pescara, nonostante la rimonta finale si deve arrendere difronte ad una Viola cinica nel finale, nonostante i 27 punti di Leonzio. Il PalaCalafiore ha trascinato gli uomini di coach Mecacci nei momenti cruaciali del match, la squadra ha risposto presente.

IL MATCH:

Parte meglio Pescara (3-9) con Leonzio che punisce una Viola imprecisa dall’arco. Mecacci inserisce Carnovali e il trand offensivo della Mood cambia. L’ex Treviglio e Nobile rimettono i padroni di casa in scia (16-18).

Una tripla di Fallucca apre il secondo periodo, la Viola prende fiducia e Fall sfrutta al meglio gli assist dei suoi compagni firmando il primo vero parziale neroarancio (26-20). Pescara si affida invece al pivot Capitanelli che sfrutta la sua fisicità per ricucire un divario che si riduce ulteriormente dopo un fallo tecnico sanzionato a Fall. Fuori il senegale è Paesano a catalizzare l’attacco reggino sino al 41-33 con cui si va all’intervallo lungo. L’inerzia cambia nella seconda metà di gara. Pescara perde Capitanelli per cinque falli ( quarto più tecnico), ma trova un ottimo Pedrazzani. I riflettori se li prende però Tommaso Carnovali, la guardia neroarancio segna quattro triple consecutive da posizioni impossibili che danno alla Mood un vantaggio importante (62-48). Anche Agbogan tira fuori dal cilindro due giocate sullo scadere dei 24”. Viola avanti 67-51 all’ultimo stop. Carnovali inizia il quarto periodo con l’ennesima bomba, Mecacci però perde Fall per espulsione ( tecnico + antisportivo) e vede complicarsi le sue rotazioni. Non va meglio a Rajola che già privo di Potì per infortunio e Capitanelli deve fare i conti con il quinto fallo Gay e Seragini. Leonzio (27) quando il match sembrava ormai chiuso trova le energie per lanciare la rimonta abbruzzese (82-73). Nel momento più difficile Alessandri, poco preciso sino a quel momento, realizza il canestro decisivo. Nonostante gli errori finali dalla lunetta gara 2 è della Mood. 2-0  e serie chiusa. Termina 88-83

Mood Project Reggio Calabria – Amatori Pescara: 88-83 ( 14-16, 27-17, 26-18, 21-32)

Mood Project Reggio Calabria: Ciccarello N.E., Alessandri 6, Grgurovic NE, Fall 11, Fallucca 13 , Agbogan 5, Carnovali 25, Paesano 20 , Nobile 6, Vitale 2 . Coach: Mecacci Ass.ti: Trimboli, Motta

Amatori Pescara:  Gay 10, Carpanzano 11, D’Eustachio NE, Serafini 6, Potì NE, Caverni 5,  Capitanelli 8 , Leonzio27, Pedrazzani 10, Micevic 6. Coach: Rajola Ass.te: Di Iorio.

Arbitri: Grazia Lorenzo di Bologna e Ugolini Edoardo di Forlì

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano