Commercio. Italian export forum: alimentare +70% in 10 anni

Oggi seconda giornata  sul futuro e “la diplomazia economica”

(DIRE) 15 Giu. – L’export italiano e’ uno dei motori trainanti dell’economia italiana con i suoi 463 miliardi complessivi registrati nel 2018 (fonte: MISE) ma ci sono grandi margini di crescita soprattutto nel settore food, le cui esportazioni sono cresciute del 70% in dieci anni e che vedono l’Italia come sesto paese su scala globale, e nel settore della moda che pesa per il 14,4% sul totale delle esportazioni e nel quale L’Italia e’ il secondo paese al mondo per proiezione all’estero, subito dopo la Cina. (fonte: Deloitte). Una crescita che potra’ verificarsi solo in presenza di un forte supporto delle istituzioni alle imprese che esportano e di una stretta sinergia tra aziende, associazioni di categoria e pubblica amministrazione. Sono alcune delle conclusioni emerse dalla prima giornata di lavori dello IEF-Italian Export Forum, il primo forum specificamente pensato per riunire il mondo dell’export italiano, una vera e propria ‘Cernobbio dell’export’ aperta dal presidente di Confindustria Vincenzo Boccia e che ha visto SACE SIMEST (Gruppo Cdp) come main partner tecnico ed il supporto di ISPI – Istituto per gli Studi di Politica Internazionale, Deloitte, Edelman e la Lega del Filo d’Oro come Charity partner. Riuniti da Lorenzo Zurino, imprenditore campano attivo da oltre dieci anni nella distribuzione di prodotti food negli USA, il Forum ha visto la partecipazione di oltre 110 aziende e 50 top manager, tra i principali protagonisti dell’export italiano, che hanno animato focus tematici e dibattiti per aiutare le aziende a esportare di piu’ e meglio. Oggi seconda giornata di lavori aperta dal presidente di SACE Beniamino Quintieri che parlera’ del futuro dell’export italiano ed a seguire un forum sulla ‘diplomazia economica’ nella conoscenza e nell’approccio a nuovi mercati che vedra’ tra i protagonisti anche Pasquale Salzano, Ambasciatore d’Italia in Qatar. (Com/Pol/ Dire) 12:42 15-06-19

Recommended For You

About the Author: PrM 1