FI, Siclari: Tallini? La mia storia è scritta, è Forza Italia, lavoriamo insieme

“Caro Mimmo mi sorprende la tua uscita considerando che la mia storia parla chiaro e se c’è un uomo che ha ben chiare le regole di partito è il sottoscritto che dal 1994, dall’età di 16 anni, è tesserato in Forza Italia. Mio padre, dirigente dello Stato, fu uno dei fondatori di FI a Reggio Calabria e da allora non abbiamo mai cambiato bandiera. Attualmente mio fratello è Sindaco di Villa San Giovanni ed ha l’amministrazione più azzurra della Calabria. Durante i miei studi universitari romani, ho lavorato nella segreteria particolare del presidente Silvio Berlusconi a Palazzo Chigi in qualità di esperto nel settore dell’imprenditoria giovanile. Incarico svolto durante il mio ruolo di Coordinatore Regione Lazio di Forza Italia Giovani per l’università ed allora abbiamo vinto, per la prima volta, con la mia organizzazione in tutte le università pubbliche del Lazio tra cui la Sapienza e Tor Vergata oltre tutte le università private tra cui la LUISS. Lavoro che poi mi ha permesso di diventare Consigliere Comunale a Roma Capitale pur essendo residente in Calabria. Non ho mai svolto azioni solitarie, forse qualcuno si dissocia, ma non dipende da me. Non ho mai attaccato nessuno così come in questo messaggio. Ho sempre sostenuto Mario Occhiuto in ogni comunicato, fino a questo ultimo, sostenendo che occorre arrivare alla sua candidatura insieme agli altri partiti della coalizione perché Forza Italia è fondatrice del centrodestra e vuole essere ancora protagonista nel Paese all’interno della stessa coalizione. In ogni caso ribadisco la mia posizione, come da sempre, a favore di Mario Occhiuto, ma la sua scelta deve essere collegiale con i partiti della coalizione perché Forza Italia non fa battaglie per il nome, ma per mantenere fede ad un’alleanza necessaria a vincere anche in Calabria così come nelle altre regioni. Ci interessa governare indipendentemente dal nome, per realizzare i punti del programma e soprattutto in Calabria serve per uscire dalle emergenze come la disoccupazione e l’inadeguata ed inefficiente assistenza sanitaria per la quale come sai, ho promosso, martedì 18, una manifestazione a Roma a Piazza Montecitorio e dove per la prima volta nella storia i Calabresi saranno uniti dal Pollino allo Stretto di Messina per il diritto alla salute.  Volevo ricordare che ho partecipato a tutti i coordinamenti regionali ed in tutti ho sempre seguito la linea del partito, come confermano i comunicati stampa, anche e soprattutto quelli dove abbiamo designato Mario Occhiuto come candidato a Presidente. Sono stato assente all’ultimo coordinamento per impegni personali e familiari che non potevo in alcun modo procrastinare ma ho chiesto di spostarlo segnalando ben sei date alternative.  Per quanto riguarda le Europee come fa un consigliere regionale attento come te, a dimenticare tutti gli eventi organizzati a Reggio Calabria e provincia insieme al coordinatore provinciale Francesco Cannizzaro ed anche ad altri amministratori, basta guardare i social per ricordarli. Ho persino pubblicato e fatto affiggere, naturalmente a spese mie, una lettera in tutta RC per invitare i miei concittadini a votare Berlusconi.  Mimmo come sai sono fedelissimo a Silvio Berlusconi dal 94 e la mia candidatura voluta da Berlusconi e dal presidente Antonio Tajani ha avuto un  successo importante vincendo il collegio uninominale a Reggio Calabria. Come sai, purtroppo, da Cassino a Palermo (compreso la Sardegna) sono stato l’unico a vincere oltretutto in un collegio uninominale, dove, purtroppo, il nostro candidato alla Camera dei deputati ha perso di poco contro il candidato cinque stelle. Vorrei si ripetessero spesso gli eventi importanti per io partito, come quello che ho organizzato a dicembre con 1.500 persone a RC (vedi foto e video) alla presenza dei senatori di Forza Italia siciliani, tra i quali il Presidente Schifani, e dove ha partecipato anche la coordinatrice regionale Jole Santelli.  Mimmo dobbiamo continuare ad essere uomini di partito sopratutto in Calabria e fare nostra la linea politica del Presidente Berlusconi, figura nella quale mi riconosco da 25 anni, e che mira a rafforzare l’alleanza con i partiti della coalizione per vincere le prossime elezioni regionali puntando ad un programma necessario a salvare la Calabria dai diversi drammi che stiamo vivendo. Ribadisco quanto detto dal mio presidente, ovvero, che Forza Italia è il partito fondatore della coalizione di centrodestra e che questa alleanza va tutelata trovando il candidato in Calabria che rispecchi la volontà della stessa. Esternazione prettamente relativa alle dichiarazioni di Mario Occhiuto che ha ribadito di voler andare avanti anche senza la coalizione. La mia uscita voleva rafforzare la posizione di Mario Occhiuto, ma evidentemente caro Mimmo sono stato poco chiaro. Il nostro partito ha una storia, un peso politico ed è sempre pronta a trovare uno spazio importante all’interno della coalizione di centrodestra. Lavoriamo insieme per dare un futuro al nostro partito convinti che la strada tracciata dal nostro presidente, di tutelare l’alleanza con Lega e FDI, sia quella giusta”. Lo ha dichiarato il senatore forzista Marco SICLARI rispondendo all’uscita di Domenico TALLINI.

Recommended For You

About the Author: PrM 1