Quasi terminati i lavori per la nuova piazza di Mosorrofa, in arrivo anche la nuova condotta idrica

L’area di Mosorrofa è al centro di un restyling complessivo che, all’indomani delle operazioni di manutenzione delle arterie stradali, prevede l’ultimazione dei lavori di rifacimento di Piazza Chiesa e l’avvio di quelli della nuova condotta idrica che andrà a risolvere un annoso problema per il borgo collinare. Il cantiere della piazza centrale, come detto, è alle sue battute conclusive. Si tratta della rigenerazione sostanziale di un’area particolarmente importante per il paese, fulcro di convivialità e socialità per i tanti cittadini che abitano la zona alta della città. L’intervento rientra nel piano “Quindici agorà per quindici quartieri” ideato dall’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Giuseppe Falcomatà, e realizzato grazie ai fondi inseriti nei “Patti per il Sud”. Il finanziamento, di circa a 250 mila euro, doterà di una veste totalmente nuova il tratto che lambisce la chiesa di San Demetrio, andando a rivoluzionare il concetto stesso di piazza nel solco della filosofia tracciata dal primo cittadino che ha ripensato quegli spazi come punto d’incontro e socializzazione e non più soltanto come semplici luoghi d’attraversamento. Spazi, insomma, dove creare e far crescere la comunità, così come sta accadendo a Pellaro, Tremulini, Santa Caterina, Botteghelle, Borgata Giardini ed in diverse porzioni del territorio comunale. Intanto, i mezzi meccanici si sono messi all’opera per dotare di una nuova condotta idrica la frazione di Mosorrofa colpita, tre anni fa, da una frana che ha compromesso la vecchia rete creando notevoli disagi alla popolazione residente. Con quasi 70 mila euro di fondi regionali, quindi, si andrà a sostituire l’intero impianto aumentando l’affidabilità del servizio diminuendo, conseguentemente, le interruzioni dovute alle riparazioni. Caleranno, poi, le perdite rilevate in fase di monitoraggio e migliorerà il funzionamento idraulico generale potendo contare, oltretutto, su una maggiore durabilità dei tratti sostituiti grazie ai moderni materiali impiegati. Rispetto a questo, Paolo Brunetti, consigliere comunale delegato dal sindaco proprio al Servizio idrico, spiega: «Possiamo finalmente iniziare dei lavori tanto attesi dai cittadini coi quali è doveroso scusarsi e, al tempo stesso, porgere loro un ringraziamento per la pazienza dimostrata in tre anni in cui si sono accumulati ritardi dovuti ad un iter burocratico particolarmente complicato. L’installazione della nuova condotta sarà un intervento risolutivo che doterà le abitazioni e gli esercizi commerciali di un maggiore flusso d’acqua visto l’approvvigionamento da un altro pozzo. Non è stato semplice, ma ci siamo riusciti».

Recommended For You

About the Author: PrM 1