Reyer Venezia Campione d’Italia 87 a 61

Si è assegnato ieri sera lo Scudetto italiano di pallacanestro, a vincerlo la Reyer Venezia, che è al suo quarto successo in campo nazionale (il secondo della presidenza Casarin). Dopo una serie di 7 partite la franchigia veneta ha avuto ragione degli uomini di Sassari. La squadra presa in corsa da Giammarco Pozzecco ha comunque fatto una stagione esemplare da record vincendo una coppa ed inanellando ben 22 vittorie consecutive, buttando fuori dai playoff la capolista Armani Milano e dando filo da torcere agli attuali Campioni d’Italia. La Reyer Venezia dopo una stagione alquanto tribolata, durante la quale solo la perfetta coesione tra squadra e società ha fatto si che si potesse avverare un risultato prima insperato ha trionfato dominando l’ultima decisiva partita nella quale ha vinto con quasi 30 punti di scarto (87 a 61 il finale).  L’esperienza di Bramos e Haynes fa la differenza per i padroni di casa (rispettivamente 22 e 21 punti) mentre per i sardi unico ad andare in doppia cifra è Thomas con 16 punti. La chiave per la vittoria della partita, così come programmato da Walter De Raffele  è stata l’estenuante difesa, agonismo che ha pesato sulla gara dei lagunari in quanto a falli commessi ma alla fine del 4° quarto ha regalato lo Scudetto. Daye (premiato MVP) e soci hanno tenuto la Dinamo Sassari sotto gli 80 punti. Tra questi ultimi si è distinto come sempre il centro statunitense  Cooley premiato anche come miglior rimbalzista della serie. Alla fine complimenti per tutti ed ovviamente ovazione del pubblico locale per i beniamini della Umana Reyer Venezia.

UMANA VENEZIA: Stone 3 (0/2, 1/4), Haynes 21 (3/6, 5/10), Bramos 22 (2/3, 5/8), Mazzola (0/1), Vidmar 6 (3/6); Tonut (0/2), Daye 13 (4/7, 1/6), De Nicolao 10 (2/3, 1/2), Giuri (0/1), Cerella 2 (1/1), Watt 10 (5/7), Biligha. All.: De Raffaele.
BANCO DI SARDEGNA SASSARI: Smith 9 (0/3, 3/6), McGee 9 (2/5, 1/2), Pierre 3 (1/2, 0/3), Thomas 16 (4/10, 1/5), Cooley 9 (4/7); Spissu 8 (0/1, 2/5), Carter 4 (0/3, 1/3), Devecchi, Magro, Gentile (0/1, 0/1), Polonara 3 (1/3, 0/1), Diop. All.: Pozzecco. 
ARBITRI: Paternicò, Begnis, Rossi.

 

Fabrizio Pace

Recommended For You

About the Author: Fabrizio Pace

Born in Reggio Calabria (ITA) in 1972, I was a basketball player at a competitive level for many years until, my passion for the internet and for design has led me, after studies, followed by a master for WEB DESIGNER coordinated by one of the most important industries that create software in this area. I started as a freelancer in 2000 and then became the owner of my WEB AGENCY, www.globalnetservice.eu , which is primarily concerned with the creation of websites and networks. In 2010 I created, along with some friends, the daily online www.ilmetropolitano.it , on which I write occasionally, and which are currently the founder and manager