Hong Kong, manifestanti all’aeroporto: cancellati tutti i voli da e per l’aeroporto dell’ex colonia britannica

Turisti anche italiani disorientati e senza informazioni invitati a lasciare l’edificio «il prima possibile»

Anche se al momento l’atmosfera è rilassata, questa mattina sono almeno 5000 i manifestanti che hanno occupato, per la quarta giornata consecutiva, l’aeroporto di Hong Kong per protestare contro il governo locale e la Cina. Molti di loro portano delle bende sugli occhi, in segno di protesta per il ferimento a un occhio, domenica, di una dimostrante raggiunta da un proiettile di gomma. Intanto tutti i voli da e per l’aeroporto di Hong Kong sono stati cancellati. Nello specifico, come comunicato dalle autorità aeroportuali, sono stati annullati tutti i voli in partenza per i quali non sia già stato completato il check-in e potranno atterrare solo i voli in arrivo che siano già partiti alla volta della città cinese. Lo scalo invita inoltre tutti i passeggeri a lasciare l’edificio «il prima possibile». Secondo la compagnia locale Cathay Pacific le cancellazioni continueranno fino a martedì mattina. Secondo i giornalisti presenti sul posto, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, la cancellazione di tutti i voli da e per l’ex colonia britannica, ha lasciato diversi turisti, anche nostri connazionali, disorientati e senza informazioni.

CS Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”

Recommended For You

About the Author: PrM 1