Sak Yant – Inchiostro Magico, un libro per conoscere il mondo occulto dei tatuaggi Thai

È uscito in questi giorni in libreria Sak Yant, Inchiostro magico (Eclettica Edizioni, 2019, 29 euro) del reporter Fabio Polese. Un lungo viaggio all’interno del mondo dei tatuaggi sacri Thai, che fondono magia e simbologia religiosa. Originariamente indossati dai guerrieri, hanno un alto valore spirituale ed una tradizione antichissima. Secondo la cultura Thai sarebbero un collegamento tra il mondo fisico e quello degli spiriti, in grado anche di poter determinare o modificare il corso della propria esistenza. Per realizzare un tatuaggio gli Ajarn (i Maestri) utilizzano una lunga asta metallica appuntita che è chiamata Mai Sak, con la quale iniettano l’inchiostro sotto pelle, ricavato spesso dal sangue dei serpenti e da alcune tipologie di piante, anche velenose. «Il mio viaggio, giorno dopo giorno, mi ha portato ad entrare in contatto con diversi Ajarn del centro e nord della Thailandia. Quelli non alla moda. Quelli che non tatuano in un tattoo shop i turisti alla ricerca di un souvenir sulla pelle. Quei turisti che, senza alcuni rispetto, sono il frutto tipico del mondo moderno in cui viviamo. Quella modernità nemica delle tradizioni che cerca di banalizzare tutto», spiega l’autore Fabio Polese, che si è fatto tatuare da diversi Maestri, vivendo sulla propria pelle il significato di questi tatuaggi magici. «In questo libro – continua il reporter – oltre a numerose foto, cerco di entrare più nello specifico, provando a raccontare, attraverso le parole e gli insegnamenti dei Maestri, l’origine, i significati, le regole, le attivazioni e i riti di questo mondo occulto».

Recommended For You

About the Author: PrM 1