Migranti, maxi naufragio nel Mediterraneo al largo delle coste libiche

Alarm Phone: “Barca capovolta, temiamo una strage”. Secondo alcuni superstiti sull’imbarcazione ci sarebbero state più di cento persone

Un post su Twitter Alarm Phone, il servizio di supporto a coloro che si trovano in difficoltà nel Mediterraneo nel tentativo di arrivare in Europa,  segnala un’allerta di un probabile maxi naufragio nel Mediterraneo. “Un pescatore ci ha riferito di una barca capovolta davanti alle coste della Libia. Ha detto di aver salvato tre persone ed aver visto molti cadaveri. I superstiti hanno detto che a bordo c’erano più di cento persone. In questo momento non siamo in grado di verificare questa informazione, ma temiamo sia avvenuta un’altra tragedia di massa” è scritto nel messaggio su Twitter Alarm Phone. Il Mediterraneo, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, torna ad essere battuto dagli scafisti, pronti a traghettare migranti dall’Africa in Italia. E con i “viaggi della speranza” sono riprese le tragedie in mare anche se il traffico è rallentato, quando le reti di contrabbando sulla costa mediterranea della Libia sono state parzialmente distrutte dalla pesante pressione italiana anche se  alcune centinaia, sono morte nei primi sette mesi dell’anno sulla rotta marittima tra il Paese nordafricano e l’Italia. (immagini di repertorio)

c.s. – Giovanni D’Agata

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano