Delta Saxophone Quartet e Noa al Roccella Jazz Festival!

Giovedì 22 agosto due straordinari progetti al Teatro al Castello: l’ensemble britannico di sax omaggia i King Crimson con il pianista Gwilym Simcock, la ‘voce della pace’ israeliana rilegge Johann Sebastian Bach

Giovedì 22 agosto 2019

Teatro al Castello

Roccella Jonica (RC)

ore 21.15

DELTA SAXOPHONE QUARTET Feat. GWILYM SIMCOCK

ore 22.30

NOA

Giovedì 22 agosto 2019 la seconda serata di Rumori Mediterranei, la storica sezione del Roccella Jazz Festival che si tiene al Teatro al Castello, propone due straordinari progetti accomunati dalla rivisitazione di un importante patrimonio musicale e dalla rottura di steccati e confini tra i generi. I King Crimson reinventati dal Delta Saxophone Quartet e Bach rivissuto da Noa sono tra le proposte più significative di questa XXXIX Edizione del festival diretto da Vincenzo Staiano e ribattezzato “Erhuasian Summit – Verso est, ai confini del jazz”, uno sguardo nuovo verso il jazz orientale, da quello dei più vicini Balcani fino alla Cina.

La seconda serata vedrà sul palco del Teatro al Castello il Delta Saxophone Quartet, la splendida formazione inglese che avrà come ospite Gwilym Simcock, uno dei più grandi tastieristi in circolazione (già con l’ex King Crimson Bill Bruford, da qualche anno nella band di Pat Metheny). L’ensemble composto da Pete Whyman (sax contralto), Chris Caldwell (sax baritono), Christian Forshaw (sax soprano) e Tim Holmes (sax tenore), insieme a Simcock (pianoforte)  presenterà il progetto Crimson!, un omaggio ai King Crimson in una serata che incrocia jazz, musica contemporanea e progressive. Attivo dal 1984, il DSQ è uno degli organici sassofonistici più ammirati al mondo, abile nell’esplorare musica colta, classic rock e improvvisazione.

Un altro Oriente per un gradito ritorno a Roccella (che aveva ospitato uno dei suoi concerti d’esordio in Italia) con Noa: la cantante israeliana presenterà insieme al suo trio Letters to Bach, il suo nuovo disco arrangiato dallo storico collaboratore Gil Dor e prodotto da Quincy Jones, con brani di Johann Sebastian Bach arricchiti con le sue parole, grazie ai testi in inglese ed ebraico, ispirati a temi che spaziano dalla sfera personale a una più universale. Insieme alla celebre Achinoam Nini in arte Noa, cresciuta tra Yemen, Israele e Stati Uniti, cantautrice, poeta, compositrice, percussionista, relatrice e attivista, ci sarà il fido Gil Dor con Gadi Seri (percussioni) e Or Lubianiker (basso elettrico).Media

Proseguono le masterclasses del Roccella Jazz Campus, tenute dai musicisti che partecipano al Festival: giovedì 22 al Castello Carafa si occuperanno di workshop Howard McGill, Pete Whyman, Chris Caldwell, Christian Forshaw e Gwilym Simcock. Prosegue anche il 22 Nicola Pisani, che nelle sale dell’ex Convento dei Minimi terrà lo stage di improvvisazione “Or che strana”. La quota d’iscrizione ai corsi è di euro 50,00 e comprende l’ingresso gratuito ai concerti.

Info Roccella Jazz Campus: https://www.roccellajazz.org/jazzcampus2019

Prossimo appuntamento: venerdì 23 agosto Bojan Z – Balkan Talks with Amira Medunjanin & Pantelis Stoikos; a seguire The Essence Of Gospel di Samuel Cromwell.

Roccella Jazz:

http://www.roccellajazz.org/

 

Recommended For You

About the Author: PrM 1