Venezia. Due borseggiatrici bosniache colte in flagranza dagli agenti in borghese

Denunciate per tentato borseggio e munite di foglio di via obbligatorio

Ieri pomeriggio, nella centralissima Calle Larga XXII Marzo, i poliziotti del Commissariato “San Marco”, in servizio antiborseggio in abiti civili, hanno notato due donne, già note per i numerosi precedenti a loro carico per reati predatori, in particolare borseggio. Le due entrambe di nazionalità bosniaca, rispettivamente di 37 e 26 anni, confuse tra la folla, si sono avvicinate ad un turista cinese ed hanno cercato di aprirgli lo zaino. Gli agenti a questo punto si sono mossi per intervenire quando l’uomo si è accorto del tentativo di furto ai suoi danni. Le due donne sono state, pertanto, accompagnate negli uffici di polizia e denunciate per tentato furto aggravato. Una delle due, inoltre, è risultata destinataria di provvedimento di divieto di ritorno per tre anni nel Comune di Venezia emesso nel 2018 dal Questore di Venezia e, pertanto, è stata deferita all’Autorità Giudiziaria per la relativa inosservanza. Anche nei confronti dell’altra è stata formulata proposta di foglio di via obbligatorio.

 

fonte  — http://questure.poliziadistato.it/Venezia/articolo/21495d5d45bd541ee332010965

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano