Marziale in relazione al contenzioso per la problematica del bimbo di sei anni affetto da sindrome di Asperger

Il Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza della Regione Calabria, Antonio Marziale, in relazione al contenzioso tra la signora Angela Villani e l’Asp di Reggio Calabria, ha rilasciato la seguente dichiarazione: “Questa mattina sono stato ricevuto dal prefetto Giovanni Meloni e dal sub commissario Domenico Giordano, per affrontare la problematica del bimbo di sei anni affetto da sindrome di Asperger al quale, secondo un’ordinanza del Tribunale di Reggio Calabria, l’Asp deve provvedere ad erogare 15 ore settimanali di terapia con metodo Aba o, in subordine, a sostenere l’onere economico di tale terapia con conseguente diritto di rivalsa dei ricorrenti fino a compimento del dodicesimo anno di età. La commissaria Carolina Ippolito mi ha tempestivamente fornito una relazione sulla vicenda per offrirmi un quadro più dettagliato e trovare, insieme, una soluzione risolutiva. La triade commissariale dell’Asp di Reggio Calabria, da subito disponibile al confronto e soprattutto a perseguire ogni ipotesi atta a fornire adeguate risposte finalizzate alla salvaguardia della salute del bambino, prendendo atto della mancanza sul territorio di strutture sanitarie convenzionate con la Regione Calabria che possano garantire le terapie Aba ai soggetti autistici, ha garantito l’impegno a trovare una soluzione e, in tempi brevi, l’applicazione dell’ordinanza. Nella tarda mattinata, ho poi voluto incontrare la mamma del bambino, Angela Villani, per informarla sul percorso intrapreso con i vertici dell’Asp. L’occasione è utile per ribadire ulteriormente la necessità che la Regione Calabria attivi un centro di neuropsichiatria infantile nel più breve tempo possibile a supporto e garanzia di tutti i minori affetti da patologie così gravi. Intanto ai commissari Meloni, Giordano e Ippolito il mio ringraziamento per la sensibilità dimostrata in ogni occasione che riguarda problematiche di bambino in stato di necessità, in un ambito delicato e compromesso com’è quello che si sono ritrovati a dover gestire all’Asp reggina”.

Recommended For You

About the Author: PrM 1