Rimini. Donna aggredisce e rapina altra donna, arrestata dalla Polizia

Alle ore 22.30 circa di ieri, la Sala Operativa inviava gli operatori di Volante in questo Piazzale Cesare Battisti nel parcheggio retrostante il deposito biciclette, in quanto erano giunte numerose chiamate che segnalavano una rissa in atto e, in particolare, che una donna era stata picchiata. Giunti immediatamente sul posto, gli agenti notavano due uomini (un 43enne originario di Galatina -LE- e un 51enne originario di El Salvador), che nonostante fossero feriti e zoppicanti, stavano seguendo a piedi una donna (una 42enne originaria della Repubblica Slovacca). Raggiunti tempestivamente dai poliziotti, i tre individui riferivano che alle ore 21.30 precedenti, mentre si recavano all’interno del parcheggio “Rimini park” ubicato difronte alla stazione ferroviaria di Rimini, per consumare il pasto consegnato loro dal personale della Croce Rossa Italiana, ad un certo punto si avvicinava un’altra donna (una 51enne originaria di Torino, pluripregiudicata con precedenti specifici e numerose  condanne), a loro sconosciuta, che iniziava ad offendere la straniera. Il 51enne, compagno della donna, si alzava e cercava di prendere le difese della propria compagna, chiedendo alla torinese di allontanarsi e farla finita; quest’ultima però incurante del suo invito, continuava col suo atteggiamento di sfida e provocazione. Per evitare ulteriori problemi, l’uomo invitava la compagna e l’amico ad allontanarsi per trovare un posto più tranquillo dove consumare la cena. Mentre si allontanavano, la torinese afferrava da dietro i capelli della straniera strattonandola con forza fino a strapparle delle ciocche di capelli e infilava la mano nella tasca dei suoi pantaloni per cercare di portarle via il telefono cellulare, senza riuscire nell’intento in quanto quest’ultima riusciva con forza a resistere alla violenza. Non contenta, la stessa, continuando a trattenere la straniera per i capelli fino a scaraventarla a terra, si scagliava contro il suo compagno, colpendolo con un calcio sulla schiena facendolo cadere a terra.

Mentre l’uomo era disteso a terra, gli saliva sopra la schiena strappandogli tre collane che aveva al collo e dopo averle prese, si allontanava velocemente all’esterno del parcheggio verso una zona poco illuminata. Nel frattempo, il secondo uomo prendeva il telefono della straniera, che versava in uno stato di agitazione e shock, e contattava immediatamente il numero di emergenza.   Rintracciata e bloccata dagli agenti prontamente intervenuti, la torinese continuava ad inveire verbalmente contro i tre, minacciandoli e cercando più volte di aggredirli sia verbalmente che fisicamente. La donna veniva allontanata dagli agenti con non poca fatica in quanto la stessa opponeva una forte resistenza fisica, spingendo e strattonando più volte gli operatori proferendo frasi oltraggiose. Accompagnata negli Uffici della Questura, dopo gli accertamenti di rito, veniva tratta in arresto per rapina, resistenza, violenza, lesioni e minacce a P.U. Avvisata l’A.G. competente, ne disponeva il trattenimento all’interno delle locali camere di sicurezza, in attesa del rito direttissimo previsto per la tarda mattinata odierna.

fonte  – http://questure.poliziadistato.it/Rimini/articolo/13105d70a2dd19452572314011

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano