New York sta cercando di affogare i suoi topi nell’alcool con una trappola Made in Italy

Secondo le stime, nel 2014 c’erano 2 milioni di topi in città. Il comune sta provando nuove strategie contro questi roditori

Come combattere una popolazione di topi che prospera per le strade di New York, invadendo i corridoi della metropolitana? La città sta provando nuovi metodi. Questo giovedì ha svelato la sua ultima arma: una trappola a base di alcol. Il comune della prima metropoli americana sta conducendo una guerra a lungo termine contro questi roditori, spendendo milioni di dollari per ridurre una popolazione stimata di circa due milioni nel 2014. Con metodi che vanno dalla contraccezione al ghiaccio secco (per asfissiarli), attraverso contenitori intelligenti. Il principio di Ekomille, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, la macchina presentata giovedì dal comune, è di fare arrampicare il topo in un contenitore alto circa 60 cm, con un’esca. Un sensore quindi attiva una leva che precipita su un vassoio che può contenere 80 carcasse di ratti, che si bagna in un liquido alcolico, dove si ritrova prigioniero. “Li mette KO. e finiscono per affogare “, ha detto ai giornalisti Anthony Giaquinto, presidente di Rat Trap Inc., che importa i macchinari dall’Italia. Circa 107 topi sono stati uccisi durante un mese di test vicino al municipio di Brooklyn, hanno detto i giornalisti ai funzionari, ai quali è stato chiesto di guardare un contenitore pieno di topi morti che galleggiavano in un liquido verde. Il processo è “umano ed ecologico”, ha dichiarato il presidente di Brooklyn Eric Adams, annunciando che la tecnica sarebbe stata utilizzata in diversi distretti del suo distretto, particolarmente infestati. New York sta affrontando una “crisi” di topi, traumatica per alcune famiglie, ha affermato Eric Adams. Nel 2017, il sindaco di New York Bill de Blasio ha presentato un massiccio piano anti-ratto da 32 milioni di dollari. È spesso visto per strada o in metropolitana. Un famoso video pubblicato su YouTube nel 2015 mostrava una fetta di pizza sulle scale della metropolitana, e un altro nel 2016 mostrava un topo nel mezzo di un vagone della metropolitana, salendo su una barra di metallo.

Comunicato Stampa – Giovanni D’Agata – Sportello dei Diritti

Recommended For You

About the Author: PrM 1