Reggio Calabria, Conferenza Provinciale Permanente sezione Territorio Ambiente e Infrastrutture

Nella mattinata odierna, convocata dal Prefetto di Reggio Calabria Massimo Mariani, si è riunita al Palazzo del Governo la Conferenza Provinciale Permanente sezione Territorio Ambiente e Infrastrutture.

Alla riunione hanno partecipato: l’ing. Nicola Corsaro per il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, l’ing. Domenico Pallaria per il Dipartimento Regionale alle Infrastrutture, l’ing. Pietro Foti per la Città Metropolitana, l’arch. Antonino Cristiano per il Comune di Reggio Calabria, il prof. Antonino Mazza Laboccetta per L’Università Mediterranea di Reggio Calabria, l’arch. Dario Dattilo per la Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio, L’arch. Caterina Loddo  per l’Ufficio Tecnico Regionale di Reggio Calabria, l’arch. Francesco Surace per l’Agenzia dell’Entrate – Ufficio del Territorio, l’arch. Salvatore Vermiglio per l’Ordine degli Architetti, l’ing. Domenico Condelli per l’Ordine degli Ingegneri, geol. Dott. Alfonso Aliperta, per l’Ordine dei Geologi, il geom. Antonio Misefari per l’Ordine dei Geometri.

La Conferenza è l’organo collegiale che coadiuva il Prefetto per assicurare l’esercizio coordinato dell’attività amministrativa. Tale Organismo, muovendo da un’analisi delle problematiche concrete, si pone quale obiettivo la soluzione delle stesse, al fine di offrire agli utenti – cittadini risposte efficienti ai loro bisogni.

L’argomento oggetto dell’odierna riunione ha riguardato alcune criticità evidenziate dagli Ordini professionali sopra citati  in ordine al rilascio  delle autorizzazioni da parte degli Organi competenti riferite a pratiche edilizie, per la discrasia creatasi tra la norma nazionale e la norma regionale all’indomani dell’applicazione del “Decreto sblocca cantieri”, nonché la necessità di apportare dei miglioramenti alla procedura per l’emissione dei pareri da parte della Soprintendenza per i Beni Archeologici, Artistici e Paesaggistici per le pratiche sottoposte alla valutazione di quell’Ufficio.

Nel corso dell’incontro si è registrato un proficuo scambio di  elementi conoscitivi da parte dei diversi Enti che ha permesso  di individuare  delle soluzioni per accelerare la procedura per il  rilascio delle autorizzazioni da parte dei diversi Organi per le pratiche edilizie e, inoltre,   ha consentito di precisare quale sia la normativa da applicare per superare la discrasia fra norma regionale e norma statale.

L’Addetto Stampa

Il Capo di Gabinetto

(Adorno)

Recommended For You

About the Author: PrM 1