L’UOSD di Reumatologia del G.O.M. “Centro Early Arthritis Clinic”, un esempio virtuoso presso il “Morelli” a Reggio Calabria

Maurizio Caminiti e Giusy Pagano

Troppo spesso si sente parlare di “mala sanità”, ma la medaglia ha anche l’altra faccia della quale non si parla, o meglio non si ha consapevolezza per mancanza di informazione e comunicazione. Eppure, anche in Calabria esistono esempi di “buona sanità”, che operano in sordina puntando a risultati che nulla hanno da invidiare ad altre, più famose, eccellenze sanitarie extraregionali. L’Unità Operativa Semplice Dipartimentale (UOSD) di Reumatologia del Grande Ospedale Metropolitano “Bianchi-Melacrino-Morelli” di Reggio Calabria, rappresenta uno di questi esempi virtuosi, essendo da anni il centro regionale di riferimento per la reumatologia grazie all’offerta di servizi specialistici e di avanguardia. Ufficialmente riconosciuto “Centro EarlyArthriris Clinic” (Diagnosi precoce delle artriti infiammatorie) e Centro Regionale per la diagnosi e terapia delle malattie rare, l’UOSD si fa largo grazie all’impegno professionale del dott. Maurizio Caminiti coadiuvato dal Dirigente Medico dott.ssa Giusy Pagano Mariano, specialista in reumatologia, e dal personale infermieristico altamente qualificato.

La struttura offre più di 7.000 prestazioni l’anno tra visite ambulatoriali per le malattie infiammatorie croniche, attività di ricovero in regime di Day Hospital, diagnosi e terapia dell’osteoporosi e delle malattie reumatiche rare. Presso il reparto si curano in particolare, le Artriti infiammatorie (artrite reumatoide, artrite psoriasiaca, spondilite anchilosante), le Connettiviti (lupus eritematoso sistemico, sclerosi sistemica,sindrome di Sjögren, dermato/polimiosite, connettiivite indifferenziata), le Vasculiti Sistemiche e l’osteoporosi. Il Centro è proscrittore di Farmaci biotecnologici, molecole di ingegneria genetica in grado di bloccare le citochine (sostanze prodotte dal sistema immunitario), responsabili edel danno articolare e sistemico (cardiopatia, fibrosi polmonare, renale, cardiovascolare).

“Per fare qualche esempio particolare, ci sono casi in cui al paziente viene diagnosticata l’asma bronchiale. In questa condizione, la concomitante presenza di asma e elevato valore degli eosinofili, potrebbe non trattarsi di semplice asma allergico, ma di una vasculite (Poliangioite Granulomatosa con Eosinofilia)” ci spiega il dottor Caminiti “Le patologie reumatiche sono malattie sistemiche ( non interessano solo le articolazioni, come comunemente vengono intese). L’ Artrite reumatoide o le connettiviti (sclerodermia, S. di Sjögren, Lupus eritematoso sistemico,dermato/polimiosite) possono interessare il polmone e causare la Fibrosi Polmonare,e produrre danni anche al cuore e ai reni. Il paziente con Afte orali ricorrenti e dolorose e/o Uveite (infiammazione dell’occhio) potrebbe avere la Malattia di Behçet.La mano “gelida”, che diventa blu o bianca (fenomeno di Raynaud) in seguito al freddo, può rappresentare la prima manifestazione della sclerodermia, che magari si manifesterà dopo anni. Questi pazienti devono eseguire l’esame di videocapillaroscopia per verificare alterazioni del microcircolo compatibili con questa malattia. Un mal di schiena (lombalgia) in un soggetto giovane che manifesta dolore durante il riposo notturno, con spiccata rigidità al mattino e miglioramento del disturbo con il movimento può essere la conseguenza di una spondiloartrite (lombalgia infiammatoria). In questi casi una risonanza magnetica del rachide lombo-sacrale e del bacino potrebbe evidenziare una infiammazione alla colonna o alle articolazioni sacro-iliache (edema osseo). Una diagnosi precoce e l’avvio di una tempestiva terapia con farmaci biotecnologici può essere efficace e sopprimere la sintomatologia e i relativi danni strutturali ossei”.

Il reparto ha in dotazione attrezzature per la Diagnostica che permettono di verificare attraverso la Densitometria ossea con tecnica DXA il rischio di fratture (osteoporosi), e con Videocapillaroscopia lo studio del microcircolo (Fenomeno di Raynaud).

La struttura oltre al personale medico interno, si avvale della collaborazione di due importanti associazioni a carattere nazionale. Infatti all’interno dell’UOSD hanno le loro postazioni fisse l’APMAR Onlus (Associazione Nazionale Persone Malattie Reumatiche Rare) sezione di Reggio Calabria, rappresentata dalla dr.ssa Giordano Sabrina (Referente APMAR RC e Consigliere Nazionale) e l’AISF Onlus (Associazione Nazionale Italiana Sindrome Fibromialgica) rappresentata dalla dr.ssa Valentina De Marzo (referente sezione RC). Con la sua mission “Migliorare la qualità dell’assistenza per migliorare la qualità della vita”, l’obiettivo primario di APMAR è adoperarsi affinché le malattie reumatiche rare trovino la giusta dignità ed attenzione presso l’opinione pubblica. Per l’associazione è importante diffondere l’informazione riguardo tali patologie croniche invalidanti che modificano irrimediabilmente la vita personale, sociale, familiare e professionale della persona, agendo anche a livello psicologico. Nonostante i numeri importanti di queste patologie croniche, purtroppo quelle reumatiche sono ancora oggi patologie “poco conosciute” e soprattutto “poco riconosciute” a livello sociale.

La mission di AISF è assistere e indirizzare i pazienti attraverso lo sviluppo e l’esecuzione di programmi dedicati al miglioramento della qualità di vita dei pazienti affetti da Sindrome Fibromialgica. Rendere nota l’esistenza di questa patologia, ancora oggi non sufficientemente conosciuta presso la Comunità Scientifica e gli Enti Pubblici, nonostante colpisca in Italia oltre 2.000.000 di persone. Ottenere il riconoscimento di tale Sindrome e la possibilità di disporre di terapie farmacologiche tramite il Servizio Sanitario Nazionale. Le due associazioni supportano il personale medico nelle fasi di accoglienza del paziente, nel corso delle attività di accompagnamento (diagnosi e terapia) offrendo sostegno psicologico, con un ruolo di mediazione tra il paziente e i medici. I progetti in corso sono tanti, tutti con un solo obiettivo, prendersi cura del paziente, farlo sentire a casa, coccolato e protetto da professionisti specializzati. Il gruppo di lavoro dell’UOSD periodicamente apre il confronto con le altre realtà nazionali attraverso convegni tavole rotonde e pubblicazioni. Il prossimo appuntamento“Update in Rheumatology 2019” avrà luogo a Reggio Calabria il 28 settembre, presso l’ E’ Hotel, nel corso del quale oltre all’aspetto meramente scientifico verranno aperti dibattiti orientati alla divulgazione e informazione al cittadino.

Antonella Postorino

Recommended For You

About the Author: Antonella Postorino