Def. Istat: evasione alta mina crescita, Iva l’imposta più evasa

(DIRE) Roma, 8 Ott. – I risultati delle stime calcolate dall’Istat “mostrano la persistenza di livelli elevati di evasione fiscale e contributiva, aspetti critici per il rafforzamento della capacita’ competitiva e di crescita del nostro Paese e per l’efficacia e l’equita’ delle politiche pubbliche”. Lo ha detto il presidente dell’Istat, Gian Carlo Blangiardo, nel corso dell’audizione sul Def davanti alle commissioni Bilancio del Senato. “Le stime della evidenziano in media, nel triennio 2014-2016, un gap complessivo pari a circa 109,7 miliardi di euro, di cui 98,3 miliardi di mancate entrate tributarie e 11,4 miliardi di mancate entrate contributive. Dal 2014 al 2017 si osserva una lenta diminuzione del gap delle entrate tributarie (4,6 miliardi di euro), che passano da circa 95,4 miliardi nel 2014 a circa 90,8 miliardi nel 2017. Limitando l’analisi al biennio 2016-2017, si osserva una riduzione del gap delle entrate tributarie pari a 1,1 miliardi di euro, imputabile principalmente alla diminuzione del gap dell’Irpef per il lavoro autonomo e impresa (-1,9 miliardi) parzialmente compensato dall’incremento del gap dell’Iva (1,1 miliardi) che risulta l’imposta piu’ evasa”, si legge nella relazione depositata in Senato dall’Istituto. (Lum/ Dire) 10:46 08-10-19

Recommended For You

About the Author: PrM 1