Grande entusiasmo per il I Congresso Nazionale organizzato dalla Sezione Calabria della Società Italiana di Reumatologia

Si è concluso a Reggio Calabria il primo Congresso nazionale della Sezione Calabria – Società Italiana di Reumatologia. Due giornate di intensi lavori, 11 e 12 Ottobre, che hanno dato vita a un’importante confronto tra il mondo della ricerca scientifica universitaria e quello operativo delle applicazioni in ambito medico ospedaliero.

Il dr. Maurizio Caminiti, responsabile scientifico del Congresso, già dirigente dell’UOSD di Reumatologia del Grande Ospedale Metropolitano “Bianchi-Melacrino-Morelli”, è estremamente soddisfatto: “Siamo andati ben oltre le migliori previsioni. Questa prima esperienza a Reggio Calabria è stata una straordinaria occasione di confronto costruttivo tra i massimi esponenti del settore medico reumatologico su scala nazionale e internazionale”.

Grazie all’impegno della Sezione reggina della Società Italiana di Reumatologia, supportata dal comitato scientifico dell’Associazione Calabrese di Ricerca in Reumatologia, composto dai medici specialisti M. Caminiti, P. Gigliotti, M. Androlina, G. Muccari, D. Olivo, G. Pagano Mariano, R. Pellegrini, F. Ursini e F. Varcasia, il bilancio di questi due giorni ha registrato contributi scientifici che hanno offerto una lettura a trecentosessanta gradi dell’inquadramento clinico, dalla diagnosi alla terapia, con rilevanti approfondimenti verso i nuovi scenari della ricerca scientifica applicata al settore reumatologico.

I lavori si sono articolati in quattro sessioni: la prima, dedicata alla personalizzazione della scelta terapeutica nell’artrite reumatoide e ai farmaci biologici, è stata moderata da Pietro Gigliotti, Francesco Ursini e Giuseppe Varcasia, con relatori Giovanni Lapadula, prof. ordinario di Reumatologia all’Università di Bari e Mauro Galeazzi, già prof. ordinario di Reumatologia all’Università di Siena. La seconda sessione, dedicata all’inquadramento clinico nell’artrite psoriasica e al Treat-to-target, è stata moderata da Maurizio Caminiti e Giusy Pagano Mariano con relatori Ennio Lubrano Di Scorpaniello, prof. associato di Reumatologiae presso l’Università del Molise e Antonio Marchesoni, responsabile dell’UOS Artriti Croniche Sieronegative al “Gaetano Pini” di Milano (intervenuto sabato). La terza sessione, moderata da Maurizio Caminiti e Giusy Pagano Mariano, nella quale sono stati illustrati l’Update di fibromialgia e ospeoporosi e la sclerosi sistemica, con gli interventi dei relatori Piercarlo Sarzi Puttini, Predidente ASF (Associazione Italiana Sindrome Fibromialgica Onlus), Luigi Sinigaglia, Presidente della Società Italiana di Reumatologia e Giovanna Cuomo, prof. associato dell’Università della Campania.

La quarta e ultima sessione, moderata da Massimo Landrolina e Domenico Olivo, ha trattato l’inquadramento clinico e le terapie riguardanti le vasculiti sistemiche, il Lupus eritematoso sistemico e il coinvolgimento di altri organi nel setting reumatologico, con gli interventi di Michele Ludici, Specialista in reumatologia a Ginevra, Gian Domenico Sebastiani, responsabile dell’UOC di Reumatologia del “San Camillo-Forlanini” a Roma, Clodoveo Ferri, prof. ordinario di Reumatologia all’Università di Modena, Antonio Vitale dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Senese, Marco Vatrano, Dirigente Medico presso l’Azienda Ospedaliera “Pugliese-Ciaccio” di Catanzaro, Salvatore D’Angelo, Dirigente Medico dell’UOC di Reumatologia dell’Azienda Ospedaliera “San Carlo” di Potenza.

Sold out anche in platea, infatti le due giornate hanno registrato la presenza di specialisti del settore, medici, ricercatori, personale ospedaliero e associazioni, oltre che un pubblico interessato agli argomenti trattati. Tra i partecipanti hanno offerto un importante contributo la dott.ssa Sabrina Giordano, Referente della sezione RC dell’Associazione Nazionale Persone Malattie Reumatiche Rare (APMAR) e Consigliere Nazionale e la dott.ssa Valentina De Marzo, referente sezione RC dell’Associazione Italiana Sindrome Fibromialgica (AISF).

La tappa reggina, è stata patrocinata e partecipata dall’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Reggio Calabria, dalla Scuola Italiana di Osteoporosi del Metabolismo Minerale e delle Malattie dello scheletro, dalla Società Italiana di Reumatologia, dall’Associazione Italiana Donne Medico, dall’Associazione Italiana lotta alla Sclerotermia Onlus, dall’Associazione Nazionale Persone Malattie Reumatiche Rare, dall’Associazione Italiana Sindrome Fibromialgica Onlus e dalla Città Metropolitana di Reggio Calabria.

Antonella Postorino

Recommended For You

About the Author: PrM 1