Minori. UNICEF: Italia in emergenza per condizioni povertà

D’Aamelio: “Presa incarico infanzia sia ala centro della politi che in Campania”

(DIRE) Napoli, 15 Nov. – “Abbiamo fasce adolescenziali che vivono nelle periferie che hanno problemi seri di povertà. Abbiamo visto a quanta violenza si assiste. Noi vogliamo che nella centralità delle politiche della Regione ci possano essere quelle che vanno in direzione della presa in carico dell’infanzia”. Così Rosa D’Amelio, presidente del Consiglio regionale della Campania, a margine della seconda giornata degli Stati generali dell’Infanzia e l’Adolescenza in corso nell’aula Siani al Centro direzionale di Napoli. L’apertura della giornata è stata caratterizzata dall’esibizione di 17 elementi del coro dell’accademia ‘Musica e’…’ – presieduta da Olimpia e Vincenzo Penza – che si occupa soprattutto di volontariato e avvicina alla musica e alla danza bambini a partire dai 3 anni. Alla giornata hanno partecipato, tra gli altri, anche Licia Ronzulli, presidente della commissione bicamerale parlamentare Infanzia e Adolescenza, ed il garante campano Giuseppe Scialla. “Stiamo attraversando – sottolinea Luisa Franzese, direttrice dell’Ufficio scolastico regionale della Campania – un periodo di povertà educativa che riguarda l’infanzia. Il ministero sta lavorando già sul segmento 0-3 anni e anche noi abbiamo già un tavolo tecnico su questo argomento”. Dello stesso avviso Francesco Samengo, presidente di Unicef Italia, secondo il quale “oggi anche in Italia ci troviamo con una emergenza: quella della povertà. Circa un milione e mezzo di bambini vive in povertà assoluta, due milioni in povertà relativa. Continueremo ad assillare, a stare vicino, a contribuire, a dare il nostro appoggio ai governi, alle Regioni, perche’ i problemi dei bambini – conclude – vengono prima degli altri problemi”.

Recommended For You

About the Author: Redazione ilMetropolitano