Linguine con polpo, pomodorini e piselli

Il polpo è un ottimo alimento per chi ha il colesterolo alto, infatti ha proprietà anticolesterolemiche, ed è ipocalorico: per ogni 100 g di polipo si assimilano solo 82 calorie. Inoltre è una materia prima versatile che si presta a diverse preparazioni, qui potete leggere la ricetta del polpo al forno ad esempio. Oggi vi propongo le linguine con polpo, pomodorini e piselli, un piatto veramente saporito dove il sapore intenso del polpo incontra la delicatezza dei piselli e il morbido e dolce abbraccio dei pomodorini.

Linguine con polpo, pomodorini e piselli

Ingredienti per 4 persone:
320 g di linguine o spaghetti
400 g di polpo (un polpo medio o due piccoli)
500 g pomodorini
200 g di piselli
Uno spicchio d’aglio
Una cipolla piccola
Un peperoncino fresco
2 bicchieri di vino bianco secco
Prezzemolo qb
Olio extravergine

Preparazione:
Prendere i polpi precedentemente congelati per almeno ventiquattro ore, pulirli, batterli con un batticarne per spezzarne le fibre e lessarli per cinque minuti

Scolare i polpi, spellarli, togliere occhi e becco e tagliarli a tocchetti

In un wok o una padella capiente versare un giro d’olio e quando è a temperatura aggiungere l’aglio e il peperoncino tritati e la cipolla a fettine

Fare soffriggere sino a quando le cipolle non appassiscono quindi aggiungere il polpo insieme al vino bianco, abbassare la fiamma e far andare per un quarto d’ora abbondante e comunque sin quando il vino non è evaporato Unire quindi i piselli, i pomodorini precedentemente sbollentati, sbucciati e tagliati a quarti e un bicchiere d’acqua Regolare di sale, coprire il tegame lasciando un piccolo spiraglio per sfiatare e fare sobbollire per un’oretta circa aggiungendo, al bisogno (ma non dovrebbe essere necessario), dell’acqua durante la cottura se il sugo si dovesse addensare troppo. La salsa alla fine dovrà risultare densa e di un bel rosso scuro Scolare le linguine un minuto prima del termine di cottura, versarle nel wok, aggiungere il prezzemolo, saltare il tutto un paio di minuti, impiattare e servire.

Fonte: http://lacucinadiclaudio.it/

Recommended For You

About the Author: PrM 1