Milano Linate, esibisce documenti falsi ai poliziotti: Polizia arresta iraniano

Ieri mattina, all’aeroporto di Milano Linate, gli agenti dell’Ufficio Polizia di Frontiera Aerea hanno arrestato un cittadino iraniano di 24 anni, poiché in possesso di documenti di identità falsi e un biglietto aereo per l’Irlanda, contestandogli così l’art. 497-bis del codice penale “Possesso e fabbricazione di documenti di identificazione falsi”. Il passeggero aveva esibito ai poliziotti una carta di identità rilasciata nel 2014 e un Passaporto Elettronico emesso nel 1996, sempre di nazionalità rumena, con la speranza che i documenti di uno Stato appartenente all’Unione Europea abbassassero il livello di guardia degli agenti della Polizia di Frontiera. Invece, quella carta di identità e quel passaporto hanno subito suscitato dubbi sulla loro autenticità, dubbi che venivano rafforzati anche dal fatto che l’uomo non parlava romeno. I poliziotti hanno approfondito il controllo e hanno sottoposto i documenti ad una attenta e accurata analisi anche con sistemi digitali, risultando totalmente contraffatti e privi dei “Sistemi di sicurezza” dei documenti autentici. Gli agenti hanno sequestrato i documenti e sottoposto l’uomo ad identificazione foto-dattiloscopica risultando poi di nazionalità iraniana. Con processo per direttissima, il cittadino iraniano è stato condannato a 1 anno e 8 mesi di reclusione.

 

fonte  — https://questure.poliziadistato.it/Milano/articolo/11945dd953ac6feea645380070

Recommended For You

About the Author: PrM 1