Salvini:”restituire lavoro, onore e dignità ad una terra che non merita di essere in questa situazione”

di   Fabrizio Pace – Auditorium Callipari a Palazzo Campanella di Reggio Calabria gremito per accogliere Matteo Salvini nella sua tappa all’estremo Sud. Il Senatore e leader della Lega ha fatto un breve ma intenso tour in giro per la regione (Catanzaro e Vibo Valentia prima). Salvini si è rivolto ai presenti con all’ordine del giorno l’elezione del nuovo Governatore riguardo la quale si dice molto ottimista. La Calabria ha necessità di risalire la china i calabresi devono godere degli stessi diritti degli altri italiani. La Calabria di oggi ha infrastrutture carenti senza le quali non può sfruttare il settore turistico oltre che viene continuamente messa a repentaglio la sicurezza di chi transita su strade ormai datate e pericolose. Ma è il diritto alla salute quello nel quale emerge il gap più profondo con le altre regioni, la sanità calabrese fa acqua da tutte le parti, liste d’attesa senza fine costringono i pazienti, anche delle patologie più importanti, a dover andare fuori regione con costi maggiori e disagi per le famiglie ed un indotto economico che non rimane sul territorio. Quest’ultimo tra i primi in Europa per tasso di disoccupazione e tasso di emigrazione, i giovani calabresi vanno in massa a studiare fuori come accadeva 20\30 anni fa. Non vedono una prospettiva, una programmazione che accompagni il loro futuro. Ma non sono solo gli studenti ad emigrare anche padri di famiglia rimasti senza lavoro cercano di ricostruirsi una vita lontano dalla Calabria magari al Nord Italia o anche in altri paesi. Un passaggio obbligato sulla questione migranti e sul nuovo modo di affrontare il problema da parte del Conte Bis, metodo che ha fatto si che si raddoppiassero gli sbarchi e che l’Italia venisse lasciata ancora una volta da sola gestire i flussi di disperati. Il nostro Paese, sta attraversando uno dei suoi periodi più bui, ma la Calabria così come l’Emilia, ironizza Salvini, ha però la possibilità di andare al voto, possibilità negata invece a livello nazionale da un Governo i cui esponenti sono incollati col “bostik” alle poltrone. Certo è, che se sia l’Emilia Romagna che la Calabria dovessero passare al Centrodestra, sarà impossibile che l’esecutivo giallo-rosso rimanga al suo posto. Qualche breve momento di contestazione di una “sardina” (forse) infiltrata ma subito accompagnata con le buone maniere alla porta ed il meeting si è concluso con qualche centinaio di selfie di Salvini con i suoi supporters. Una serata durante la quale si sono esposti progetti con toni pacati ma decisi sia per la Regione, dove pare ci sia già l’accordo sul nome da proporre insieme agli altri alleati, che per il turno successivo del Comune di Reggio Calabria, dove Salvini auspica possa essere la Lega a indicare il candidato a Sindaco. Una bella serata ed un clima finalmente disteso ha accompagnato la visita di Matteo Salvini in riva allo Stretto a dimostrare, qualora servisse ancora per i soliti tardoni, che la Lega non ha nulla a che vedere con quella del passato.

 

ph –  Federica Romeo

Recommended For You

About the Author: PrM 1