Itinerario d’arte lungo la Napoli Nobilissima: l’artista partenopeo Marco Barone in mostra con “Empatia” - Ilmetropolitano.it

Itinerario d’arte lungo la Napoli Nobilissima: l’artista partenopeo Marco Barone in mostra con “Empatia”

Itinerario d’arte lungo la Napoli Nobilissima è il terzo appuntamento promosso dall’Associazione Arteggiando, che sotto la direzione dell’architetto Giovanna D’Amodio, apre i battenti con la prima tappa, venerdì 24 gennaio alle 18:30, a Palazzo San Giacomo, sede del Comune di Napoli.

Il progetto, che si articolerà in più “stazioni” nel corso del 2020, oltre ad essere finalizzato alla promozione dell’arte contemporanea, ha per obiettivo la valorizzazione del patrimonio storico architettonico, dunque Ville e Palazzi nobiliari apriranno le loro sale all’itinerario artistico espositivo e agli eventi collaterali che lo accompagneranno.

Tra le eccellenze artistiche ospiti della prima tappa, sarà presente l’illustratore e scultore napoletano Marco Barone, già ospite di questa testata (https://www.ilmetropolitano.it/2019/12/08/dal-fumetto-alla-scultura-artcanis-tre-artisti-in-uno-intervista-a-marco-barone/).

Marco Barone, da tempo presente con le sue opere in prestigiose esposizioni in ambito locale e nazionale, presenterà la sua “Empatia” (tavola 50 x 70, tecnica: materico), recentemente esposta in occasione di “Napoli Expo Art Polis – settembre/novembre 2019”.

“… il rapporto fra esseri umani sembra non essere più paritetico: un soggetto sembra essere superiore all’altro, l’uno conduce l’altro, sembra essere più forte”, così l’architetto Ciro Iacobelli, ha recensito l’opera in occasione dell’esposizione al Palazzo delle Arti di Napoli “Il liquido vitale rosso è relativamente ad un livello diverso nei due esseri, ma in assoluto, rispetto alla linea dell’orizzonte, è allo stesso livello: la forza interiore di un essere umano è solo casualmente o temporaneamente diversa rispetto a quella di un altro e l’empatia unisce gli esseri nel difficile percorso dell’esistenza; l’empatia consente a chi è più debole di andare avanti perché chi è più forte condivide nel profondo le sue debolezze: il forte sa di essere uguale al debole e sa che solo il caso ha voluto che sia forte. Il liquido vitale rosso è quello che ci accomuna tutti a dispetto delle differenze individuali e degli egocentrismi: capire ciò significa vivere empaticamente con gli altri e andare avanti, eventualmente condurre”.

Un significato che trova la giusta connotazione nell’epoca in cui viviamo, che attraverso l’empatia può affermare i valori universali dell’umanità.

Antonella Postorino

Recommended For You

About the Author: PrM 1