Cultura. A Urbino si aprono le celebrazioni raffellesche

Tra eventi clou  la mostra ‘Raffaello e Baldassarre Castiglione’

(DIRE) Urbino, 25 Gen. – Si apre l’anno di Raffaello Sanzio ad Urbino. Sono stati presentati questa mattina in Municipio gli eventi in programma nel 2020 nel capoluogo ducale per celebrare i 500 anni dalla morte dell’artista urbinate, uno dei padri del Rinascimento italiano. A Palazzo Ducale si e’ appena conclusa con successo la mostra ‘Raffaello e gli amici di Urbino’ (19 gennaio) che in 3 mesi e mezzo ha collezionato 107 mila visitatori circa. Una sorta di ‘antipasto’ in vista degli eventi in programma per l’anno in corso. Tra questi uno di quelli piu’ attesi e’ sicuramente l’esposizione ‘Raffaello e Baldassarre Castiglione’ a cura di Vittorio Sgarbi, Elisabetta Losetti e Pietro Di Natale in programma da maggio a ottobre nelle Sale del Castellare di Palazzo Ducale. “Siamo riusciti a portare in questo territorio meta’ del budget nazionale messo a disposizione per le celebrazioni raffaellesche: 400 mila euro su 800 mila euro- commenta il sindaco di Urbino Maurizio Gambini-. A queste poi si aggiungono le risorse del bilancio corrente di questa amministrazione. La mostra a Palazzo Ducale e’ stato un evento epocale e vogliamo sfruttare il traino delle celebrazioni per garantire sviluppo alla citta’ e al territorio. Ringrazio, per il sostegno che ci ha dato la Regione Marche”. Tra gli altri eventi in programma il percorso dedicato a ‘Raffaello Bambino’ creato in stretto legame con l’Accademia Raffaello e spettacoli pensati appositamente per le celebrazioni come ‘Raffaello, una vita felice’ che andra’ in scena al Teatro Sanzio ad aprile, ‘Raffaello, la Fornarina, il Cinquecento e altre storie’ (David Riondino e Dario Vergassola) a maggio e, ad agosto, ‘Raphael Urbinas. Musica picta de divin pictore’, un’anteprima nazionale dei sonetti di Raffaello e le Rime di Giovanni Santi in musica. Previsti anche convegni, conferenze e scambi culturali internazionali. E’ stato invitato alle celebrazioni anche il presidente della Repubblica Sergio Mattarella e gli amministratori ducali confidano in una sua partecipazione (come accaduto a settembre a Recanati per le celebrazioni dei 200 anni de l’Infinito). “Vogliamo offrire al turista la possibilita’ di calarsi in questa citta’ e respirare il nome di Raffaello- spiega l’assessore al Turismo Andrea De Crescentini che oggi ha partecipato alla conferenza stampa a cui hanno preso parte, tra gli altri, Vittorio Sgarbi, il presidente dell’Accademia Raffaello Luigi Bravi e il direttore della Galleria nazionale delle Marche Marco Pierini-. Le celebrazioni di Raffaello sono uno spartiacque per dimostrare ancora una volta che l’artista e’ il migliore ambasciatore di Urbino nel mondo. Lavoriamo per la crescita della citta’ e del territorio e non badiamo ai particolarismi o ai campanilismi. E’ l’occasione per promuovere Urbino e le Marche nel mondo”. (Luf/ Dire) 15:36 25-01-20

Recommended For You

About the Author: PrM 1