Scrub: perché diventerà il tuo alleato per la salute

Tra gli step fondamentali all’interno della propria beauty routine settimanale vi è l’utilizzo di uno scrub. Non si tratta di un mero trattamento estetico, massaggiare la nostra pelle produce moltissimi benefici per la nostra salute. Lo scrub, infatti, è composto da microgranuli all’interno di una composizione che può essere più o meno densa, massaggiando si stimola la microcircolazione, eliminando la pelle secca, levigandola e illuminandola.

Come effettuare il massaggio

Effettuare l’applicazione dello scrub può sembrare molto semplice e a conti fatti lo è, ma bisogna seguire qualche dritta per assicurarsi di trarre i massimi benefici. Sul sito Nivea sono presenti numerosissimi consigli per applicare lo scrub, a partire dal movimento e dalle zone da andare a toccare. È proprio il massaggio, infatti, a stimolare la circolazione, grazie alla presenza dei granuli. Lo sfregamento della pelle genera una leggera frizione che aiuta il microcircolo, soprattutto se il movimento è circolare. Questo processo ci dona quel colorito più accesso che tanto aneliamo.

A questo si aggiunge un altro aspetto che, sebbene sia spesso considerato secondario, è in realtà molto importante, lo scrub può essere un ottimo preparatore all’applicazione della crema solare, che necessita di penetrare a fondo per poter fare l’effetto voluto.

I benefici

La motivazione per cui applicare lo scrub periodicamente, dunque, non è solo quella naturale morbidezza della pelle che sentiamo subito dopo aver sciacquato il prodotto, vediamo quindi tutti i benefici che possiamo trarre.

Illumina la pelle

Le cellule morte sono prive di acqua e mancano di brillantezza, lo scrub permette di eliminarle lasciando spazio allo strato più profondo di cellule fresche. Si tratta di un processo naturale, chiamato “turn over cellulare” che avviene circa ogni 28 giorni, ma che spesso viene rallentato dall’età. Ecco perché esfoliare la pelle stimola questo processo e la illumina di una luce nuova, facendoci risultare più colorite.

Leviga

Quando si tratta di braccia e gambe succede spesso di avere la cosiddetta “pelle di pollo”, ovvero la cheratosi pilare, una problematica piuttosto antiestetica in cui l’epidermide diventa sempre più ruvida. Succede molto spesso sui gomiti e sulle ginocchia, ecco perché conviene sempre massaggiarli con uno scrub apposito, per liberare i follicoli e ammorbidire la pelle.

Aiuta l’assorbimento dei prodotti

Inutile dire che, eliminando le cellule morte, si prepara molto meglio la pelle all’applicazione e quindi l’assorbimento dei prodotti successivi, in particolare quelli anticellulite. I tessuti risultano più ricettivi, di conseguenza le creme e le maschere faranno più effetto.

Esalta l’abbronzatura

Molte persone evitano di applicare lo scrub in vacanza o in generale quando hanno la pelle più abbronzata per paura di eliminare l’abbronzatura. Si tratta di un falso mito, anzi, è consigliabile applicarlo almeno una volta a settimana proprio per rendere la pelle più radiosa e contrastare l’effetto della salsedine, che, invece, tende a inaridire. Non dobbiamo quindi preoccuparci di eventuali spellature o di perdere il colorito tanto desiderato.

Recommended For You

About the Author: PrM 1