Coronavirus. Speranza: Misure adottate da Italia sono rigorose - Ilmetropolitano.it

Coronavirus. Speranza: Misure adottate da Italia sono rigorose

“Controlli sanitari su tutti i passeggeri provenienti da UE”

(DIRE) Roma, 11 Feb. – “Le misure adottate dal governo italiano per prevenire e controllare ogni possibile rischio sanitario (legato al Coronavirus) nel nostro Paese sono rigorose. Vengono infatti effettuati controlli di carattere sanitario a tutti i passeggeri provenienti dagli aeroporti dell’Unione europea e anche una nave proveniente da un porto dell’Unione europea e’ sempre sottoposta a una preventiva autorizzazione di carattere sanitario prima di attraccare nel nostro Paese”. Lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, in audizione davanti al Comitato parlamentare di controllo sull’attuazione dell’accordo di Schengen, di vigilanza sull’attivita’ di Europol, di controllo e vigilanza in materia di immigrazione (nell’aula del ii piano di palazzo San Macuto), per illustrare le misure di sicurezza, sotto il profilo sanitario, adottate alle frontiere esterne dello spazio Schengen, con particolare riferimento alla diffusione del Coronavirus. “Per quanto riguarda il trasporto marittimo- ha proseguito Speranza- e’ stata attivata, ed e’ in fase di progressiva implementazione, una procedura di controllo presso tutti i porti italiani. È stato previsto l’obbligo di richiesta, da parte di tutte le navi, della ‘Libera pratica sanitaria’. Secondo tale procedura una nave, prima di entrare in porto comunica all’Usmaf (Ufficio di Sanita’ Marittima, Aerea e di Frontiera del ministero della Salute, ndr) la situazione sanitaria a bordo e richiede una specifica autorizzazione allo sbarco di passeggeri e dell’equipaggio e di tutte le operazioni commerciali”. Tale procedimento, di regola previsto solo per le provenienze extra Unione europea “e’ stato esteso a tutte- ha fatto sapere il ministro- e puo’ comportare anche l’ispezione e la visita medica a bordo in tutti i casi sospetti. Inoltre per le navi in arrivo nei porti nazionali, dopo una navigazione della durata inferiore alle 6 ore, e’ previsto l’obbligo di comunicazione via radio della situazione sanitario di bordo, contestualmente all’annuncio del loro arrivo”, ha concluso Speranza. (Cds/ Dire)

banner

Recommended For You

About the Author: PrM 1