L’Africa colpita dalla peggiore invasione di locuste del secolo

Può essere considerata l’ennesima conseguenza della crisi climatica l’invasione di cavallette che sta colpendo da oltre un mese l’Africa. Un enorme sciame, quasi 200 milioni di locuste, si sta spostando dal nord-est del Kenya verso il Sud Sudan meridionale e l’Uganda devastando raccolti e vegetazione, in un solo giorno possono mangiare la stessa quantità di cibo che consumerebbero 90 milioni di persone. Come si legge sul sito savethechildren.it, il fattore principale che ha causato questa invasione è stata l’anomala stagione delle piogge, che ha creato le condizioni ideali alle locuste per proliferare, difatti hanno bisogno di terreno umido e sabbioso per poter deporre le uova. Quest’invasione dovrebbe continuare sino a giugno, viste le condizioni favorevoli per la loro riproduzione.

Con l’avanzare dell’invasione delle locuste le Nazioni Unite prevedono che le famiglie che vivono nelle zone rurali colpite potrebbero quindi essere messe ancora più a dura prova dalla fame, si legge sempre su savethechildren.it. Parliamo di più di 10 milioni di persone già affette da grave insicurezza alimentare in Etiopia, Kenya, Somalia e Sudan e altri 3,24 milioni di persone in Uganda e in Sud Sudan. Questi Paesi colpiti stanno già fronteggiando la scarsità di cibo e almeno 1,38 milioni di bambini stanno soffrendo gravi forme di malnutrizione e hanno urgente bisogno di cure.

Recommended For You

About the Author: Katia Germanò