Coronavirus. Ricciardi: Atalanta-Valencia ha contribuito a contagio

“Lombardia più casi e letalità per una serie di fattori”

(DIRE) Roma, 24 Mar. – Una serie di fattori, tra cui la partita Atalanta-Valencia di Champions League, hanno reso la Lombardia come l’area con il maggior numero di casi di contagio e di letalita’. È quanto afferma Walter Ricciardi, consulente del ministero della Salute e consigliere Oms, intervenuto a Rainews 24. Per Ricciardi, quindi, a favorire in Lombardia lo sviluppo del covid-19 e’ stata “una serie di fattori. Il primo, che l’epidemia si e’ sviluppata in ambito ospedaliero e l’ospedale e’ un detonatore per quanto riguarda l’epidemia. Quando un paziente si presenta in ospedale, come nel caso del paziente numero 1, ed e’ una persona biologicamente molto attiva nel trasmettere l’infezione, poi contagia medici e personale sanitario. Questi a loro volta contagiano i pazienti, i pazienti contagiano i visitatori e in un’area cosi’ densamente popolata, cosi’ dinamica come la Lombardia, questo e’ un detonatore assoluto”. Poi, continua il consulente del ministero, “perche’ Bergamo? Credo che giochi un ruolo importante la partita del 19 febbraio, Atalanta-Valencia. Un terzo della popolazione di Bergamo si e’ concentrata in uno stadio, poi ha festeggiato. Non e’ un caso che Bergamo e’ la zona piu colpita, e non e’ un caso che Valencia, cioe’ i cittadini che sono passati dall’Italia alla Spagna, abbiano fatto da trasmettitore nel loro Paese. E poi l’eta’ della popolazione, che in larga parte, oltre il 20%, e’ costituita da anziani o da vecchi, e questo ha determinato l’alta letalita’ in quell’area. Una combinazione di fattori che ha fatto si’ che la Lombardia diventasse il ‘paese’ a piu’ alta concentrazione di casi e a piu’ alta letalita’”. (Gas/ Dire)

Recommended For You

About the Author: PrM 1